partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


C'era una volta... a Hollywood
Regia di Quentin Tarantino
Joker
Regia di Todd Phillips
Roma
Regia di Alfonso Cuarón
La forma dell'acqua
Regia di Guillermo del Toro
IT
Regia di Andres Muschietti
Blade Runner 2049
Regia di Denis Villeneuve
War Dogs
Regia di Todd Phillips
Moonlight
Regia di Barry Jenkins
La La Land
Regia di Damien Chazelle
Lo chiamavano Jeeg Robot
Di Gabriele Mainetti

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  12/11/2019 - 09:34

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


Vicky Cristina Barcelona
Regia di Woody Allen
Cast: Scarlett Johansson, Javier Bardem, Penelope Cruz, Patricia Clarkson, Kevin Dunn, Rebecca Hall; commedia/sentimentale; U.S.A./Spagna; 2008; C.

 




                     di Paolo Boschi


Blue Jasmine
To Rome with Love
Midnight in Paris
Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni
Basta che funzioni
Vicky Cristina Barcelona
Sogni e delitti
Scoop
Match Point
Melinda e Melinda
Anything else
Hollywood Ending - Recensione
Hollywood Ending - Presentazione
La maledizione dello scorpione di giada - Recensione
La maledizione dello scorpione di giada – Altro parere
Criminali da strapazzo
Tracey Ullman parla di Criminali da strapazzo
Accordi e disaccordi
Tutti dicono I love you
Celebrity
Harry a pezzi
Pallottole su Broadway


Un nuovo film di Woody Allen è un appuntamento cui ogni cinefilo che si rispetti non può mancare, anche quando il regista newyorchese fondamentalmente non ha niente di nuovo da dire ma si limita a proporre intriganti variazioni su temi già affrontati in carriera. È quel che capita appunto in Vicky Cristina Barcelona, ovvero la prima escursione filmica in terra iberica firmata dal Woody Allen dopo gli ultimi tre lavori diretti tra Londra e dintorni – tra cui il notevole Match Point, la sua prova più convincente degli ultimi tempi –. In ossequio al titolo il film racconta il viaggio sentimentale di due turiste americane, appunto Vicky e Cristina, che nella capitale catalana conosceranno Juan Antonio, un irresistibile pittore spagnolo col cuore spezzato per un’indimenticabile ex moglie, che in modo molto sfacciato si proporrà come amante ad entrambe. La prima a capitolare, con la complicità di un romantico weekend a Oviedo, sarà la recalcitrante Vicky, studiosa della cultura catalana, con un matrimonio già programmato che l’attende negli States (con un noioso fidanzato, ovviamente) e con una vera predilezione per le certezze esistenziali. Successivamente, ossequioso dei precedenti impegni coniugali di Vicky, Juan Antonio si farà da parte per passare alla più disincantata Cristina che, al contrario dell’amica, non ha certezze sentimentali di sorta e intuisce soltanto in modo assai vago che l’arte è il campo verso cui dirigere la propria vita. La passione tra lei e Juan Antonio così sboccia spontanea, ma ben presto la loro relazione diventa un ménage è trois quando l’artista offre rifugio alla conturbante Maria Elena, ovvero la sua ex gentil consorte (che peraltro a suo tempo ha cercato di ucciderlo), che ha appena tentato il suicidio e non ha un posto dove stare. Dopo il comprensibile imbarazzo iniziale però Maria Elena innescherà la vena artistica latente di Cristina, che si scoprirà fotografa di talento, e tra le due nascerà un forte legame che, per quanto torbido ed indecifrabile, appare come l’unico possibile punto di equilibrio tra Juan Antonio e la stessa Maria Elena, altrimenti animati da violente pulsioni autodistruttive. Vicky Cristina Barcelona è una tranquilla e solare commedia mediterranea diretta con brio e con la consueta ironia da Woody Allen, che non aggiunge nulla di nuovo al suo cinema ma si limita a gradevoli rivisitazioni di tematiche già affrontate nella sua lunga carriera, compreso l’articolato campionario di pruderies erotiche che costituisce lo scoperto filo rosso del film (peraltro assai castigato), oppure la vena artistoide che si nasconde in quasi tutti noi, o la manifesta antipatia per i triti canoni esistenziali americaneggianti. Per quanto si tratti di un viaggio con qualche déjà vu di troppo, è comunque una chicca imprescindibile per alleniani della prima e dell’ultima ora, che si fa guardare con gusto dall’inizio ai titoli di coda.

Vicky Cristina Barcelona, regia di Woody Allen, con Scarlett Johansson, Javier Bardem, Penelope Cruz, Patricia Clarkson, Kevin Dunn, Rebecca Hall, Pablo Schreiber, Carrie Preston; commedia/sentimentale; U.S.A./Spagna; 2008; C.; dur. 1h e 30’

Voto 7½ 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner