partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Il bell'Antonio
Di Mauro Bolognini
Quadrophenia
Degli Who
Vertigo - la donna che visse due volte
Di Alfred Hitchcock
A piedi nudi nel parco
Regia di Gene Saks
Il diavolo veste Prada
Regia di David Frankel
Colazione da Tiffany
Regia di Blake Edwards
Mezzogiorno di fuoco
Regia di Fred Zinnemann
Alien Director's Cut
Regia di Ridley Scott
The Commitments
Regia di Alan Parker
Le onde del destino
Regia di Lars von Trier

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  22/08/2019 - 06:32

 

  home>cinema > cult

Scanner - cinema
 


Gli spietati
Regia di Clint Eastwood
Cast: Clint Eastwood, Gene Hackman, Morgan Freeman, Richard Harris, Jaimz Woolvett; western; Usa; 1992; C.

 




                     di Paolo Boschi


Gli spietati
Un mondo perfetto
I ponti di Madison County
Potere assoluto
Fino a prova contraria
Space Cowboys
Debito di sangue
Mystic River
Million Dollar Baby
Flags of our fathers
Lettere da Iwo Jima
Changeling
Gran Torino
Invictus
Hereafter
J.Edgar


Il mito del Far West è morto: lunga vita al mito. Potrebbe essere una buona presentazione per Gli spietati di Clint Eastwood, il capolavoro della maturità del vecchio pistolero mitizzato da Sergio Leone e Don Siegel (ai quali il film è dedicato) ed allo stesso tempo l’intensa e crepuscolare riattualizzazione di un genere che sembrava ormai aver detto e categorizzato tutto. Gli spietati stravolge ogni prospettiva canonica cui il western avesse abituato i suoi fruitori: in The unforgivenil titolo originale non suona infatti “privi di pietà” ma “non perdonati” – non ci sono eroi, non trova spazio l’epopea, non esiste giustizia. Il bounty killer protagonista non ha neppure un bel passato, come ci avvisa la cruda didascalia che apre la storia, alludendo alla morte (causata dal vaiolo) della moglie redentrice di William Munny, in gioventù ladro ed assassino, che volle comunque sposare in contrasto con la madre. Munny ad ogni modo ha rinnegato il suo passato oscuro e, da dieci anni, ha appeso la pistola al classico chiodo e vive in una fattoria, allevando maiali, con i due figlioletti da mantenere: tornerà in servizio per bisogno di soldi. A Big Whiskey, nel Wyoming, una giovane prostituta è rimasta sfregiata (e dunque compromessa nell’esercizio della professione) da due cowboys, che lo sceriffo locale, Little Bill Daggett, si è limitato a multare con un’ammenda pecuniaria: le prostitute del bordello, insoddisfatte della punizione, hanno però messo una taglia di mille dollari sulle teste dei due aggressori, vivi o morti. Munny, chiamato in causa da un giovane pistolero, dopo aver rifiutato l’offerta di lavoro, decide di accettare e, dopo aver contattato l’amico di colore Ned, vecchio compagno di gioventù, parte alla volta di Big Whiskey per la spedizione punitiva. I colpevoli finiranno freddati dal trio di cacciatori di taglie ma l’intolleranza dello sceriffo Daggett si rivelerà letale per Ned: Munny, ubriaco, fuori di sé e sotto una pioggia battente degna di Blade Runner, provvederà a vendicare l’amico in una cruenta, rapida ed agghiacciante sparatoria finale nel saloon, una sequenza davvero da antologia. Gli spietati è un western cupo ed ombroso che, con grezzo taglio antropologico, rintraccia nella violenza la vera radice della società americana: non c’è onore né mito in un duello all’ultimo sangue, soltanto una miscela perversa ed incivile di incoscienza, alcool e rabbia. Quattro i meritatissimi Oscar: miglior film, miglior regia, miglior attore non protagonista (Gene Hackman) e miglior montaggio. Un capolavoro, la consacrazione di Eastwood come autore.

Gli spietati - The unforgiven, regia di Clint Eastwood, con Clint Eastwood, Gene Hackman, Morgan Freeman, Richard Harris, Jaimz Woolvett; western; Usa; 1992; C.; dur. 2h e 11'

Voto 9 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner