partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Cielo sopra Berlino
Di Wim Wenders
Il bell'Antonio
Di Mauro Bolognini
Quadrophenia
Degli Who
Vertigo - la donna che visse due volte
Di Alfred Hitchcock
A piedi nudi nel parco
Regia di Gene Saks
Il diavolo veste Prada
Regia di David Frankel
Colazione da Tiffany
Regia di Blake Edwards
Mezzogiorno di fuoco
Regia di Fred Zinnemann
Alien Director's Cut
Regia di Ridley Scott
The Commitments
Regia di Alan Parker

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  26/02/2020 - 20:56

 

  home>cinema > cult

Scanner - cinema
 


I ponti di Madison County
Regia di Clint Eastwood
Cast: Clint Eastwood, Meryl Streep, Annie Corley, Victor Slezak, Jim Haynie; sentimentale; Usa; 1995; C.

 




                     di Paolo Boschi


Gli spietati
Un mondo perfetto
I ponti di Madison County
Potere assoluto
Fino a prova contraria
Space Cowboys
Debito di sangue
Mystic River
Million Dollar Baby
Flags of our fathers
Lettere da Iwo Jima
Changeling
Gran Torino
Invictus
Hereafter
J.Edgar


Senza dubbio I ponti di Madison County è uno dei migliori film di marca sentimentale degli anni Novanta: ambientata nella verde Iowa, nel 1965, la storia racconta il classico amore della vita: occasionale, non previsto, breve ma indimenticabile. Ne sono protagonisti Francesca Johnson, un’italiana ‘sposa di guerra’ di un tranquillo agricoltore americano, con una carriera da maestra stroncata a beneficio dei figli, ed il maturo fotografo Robert Kincaid, sul posto per realizzare un reportage dei famosi ponti coperti di Madison County per la prestigiosa rivista “National Geographic”. Mentre si sta godendo un periodo di relax per l’assenza del marito e dei figli, Francesca incontra casualmente Robert e scocca, imprevista, la fatale scintilla: i due vivranno un amore passionale, dolcissimo, totale per soli quattro giorni, per non rivedersi mai più. Particolarmente azzeccata la scelta narrativa di raccontare la storia in retrospettiva: i figli di Francesca ricevono il suo diario in testamento e, dopo l’iniziale riluttanza, pagina dopo pagina scoprono i momenti indimenticabili, a loro ignoti, della vita segreta della madre. I ponti di Madison County, ispirato all’omonimo romanzo di Robert James Waller, narra la storia ‘eccezionale’ di due mature persone ‘normali’ coinvolte in un’esperienza d’amore d’irripetibile intensità, perché impossibile in un contesto ordinariamente quotidiano: troppo costosa, almeno a metà degli anni Sessanta, in termini affettivi. E’ il primo film di Eastwood ‘tagliato’ da un’ottica privilegiatamente femminile, che conferma comunque il rigore stilistico del regista americano. I due protagonisti della storia principale, Clint Eastwood e Meryl Streep, sono assolutamente perfetti, la storia narrata in modo impeccabile quanto struggente, in perfetto accordo con la colonna sonora d’epoca.

I ponti di Madison County - The bridges of Madison County, regia di Clint Eastwood, con Clint Eastwood, Meryl Streep, Annie Corley, Victor Slezak, Jim Haynie; sentimentale; Usa; 1995; C.; dur. 2h e 15'

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner