partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Cielo sopra Berlino
Di Wim Wenders
Il bell'Antonio
Di Mauro Bolognini
Quadrophenia
Degli Who
Vertigo - la donna che visse due volte
Di Alfred Hitchcock
A piedi nudi nel parco
Regia di Gene Saks
Il diavolo veste Prada
Regia di David Frankel
Colazione da Tiffany
Regia di Blake Edwards
Mezzogiorno di fuoco
Regia di Fred Zinnemann
Alien Director's Cut
Regia di Ridley Scott
The Commitments
Regia di Alan Parker

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  26/02/2020 - 20:16

 

  home>cinema > cult

Scanner - cinema
 


Potere assoluto
Regia di Clint Eastwood
Cast: Clint Eastwood, Gene Hackman, Ed Harris, Scott Glenn, Laura Linney; thriller; Usa; 1997; C.

 




                     di Paolo Boschi


Gli spietati
Un mondo perfetto
I ponti di Madison County
Potere assoluto
Fino a prova contraria
Space Cowboys
Debito di sangue
Mystic River
Million Dollar Baby
Flags of our fathers
Lettere da Iwo Jima
Changeling
Gran Torino
Invictus
Hereafter
J.Edgar


Date a Clint Eastwood una buona sceneggiatura e la riuscita del film è assicurata. In Potere assoluto, ispirato all’omonimo romanzo di David Baldacci, il vecchio Clint dirige con consumata maestria un cast di ottimi attori lungo la trama, intrigante quanto complessa, di un thriller ad alta tensione: Luther Whitney, maturo artista del furto, nel bel mezzo di un colpo si trova ad assistere, casualmente, ad un litigio del presidente degli Usa con una delle sue amanti, che peraltro è la gentil consorte di uno dei suoi migliori amici (nonché nel novero dei principali sostenitori politici). Il presidente alza le mani, la signora si difende furiosamente, la lite degenera: le guardie del corpo presidenziali riescono a liquidare la donna prima che sia lei ad uccidere il capo di stato. Ed il buon Luther, bloccato nel bel mezzo del suo colpo, assiste a tutta la scena dalla prospettiva privilegiata del voyeur nascosto in una cabina-armadio, non visto ma in grado di osservare da uno specchio-spia tutto quanto accade nella stanza accanto: il tutto in una sequenza da antologia sotto il versante registico. Nonostante il macabro intermezzo il furto di Whitney ha successo, ma il protagonista si indigna per come è stato vergognosamente messo a tacere il delitto cui è stato incidentalmente costretto ad assistere: prenderà così avvio una stringente guerra di nervi che rischierà di mettere a repentaglio anche la vita della figlia a causa dell’intervento di due agenti segreti troppo zelanti, entrambi ostinatamente piazzatisi sulle tracce di Luther al fine di impedirgli rivelazioni imbarazzanti. La reputazione di un ladro avrà la meglio sulla parola del presidente? Forse, ma in un finale niente affatto scontato. Un'ulteriore prova del grande talento e dell'indiscutibile mestiere di Eastwood davanti e dietro la macchina da presa.

Potere assoluto - Absolute power, regia di Clint Eastwood, con Clint Eastwood, Gene Hackman, Ed Harris, Scott Glenn, Laura Linney; thriller; Usa; 1997; C.; dur. 2h

Voto 7½ 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner