partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


River to River
Hellaro, Badla e Kandasamys: The Wedding
Cinema in mostra
A Lucca FF e EC 2016
Udine Far East Film9
Corea del sud Vs. Giappone
Udine Far East Film9
Hong Kong & Cina
Il palmarès di France Cinéma 2005
Vincono Lioret e Piovani
Rosebud Films
Piccoli registi indipendenti alla riscossa
Far East Film7
Hong Kong & Cina
Far East Film7
Giappone
Spider-Man: the comics & The Movie
Fenomenologia dell'uomo ragno
I protagonisti di Non ho sonno
Regia di Dario Argento

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  27/02/2020 - 21:44

 

  home>cinema > speciali

Scanner - cinema
 


Caro Diario
Regia di Nanni Moretti
Cast: Nanni Moretti, Renato Carpentieri, Moni Ovadia, Jennifer Beals,
Moretti Scanner Special

 




                     di Paolo Boschi


Santiago, Italia
Mia Madre
Habemus Papam
Il caimano
Cannes 2001: il trionfo di Nanni Moretti
La stanza del figlio
Aprile
Caro diario
Palombella rossa
La messa è finita
Bianca
Ecce bombo


In Caro diario il Moretti-pensiero è distillato in tre episodi molto diversi tra loro, incentrati su diverse situazioni accomunate dal taglio diaristico, ovvero dal regista che, raccontando al pubblico, finisce per raccontarsi in prima persona – questione di dettagli... –. La prima storia, In Vespa, è una variopinta traversata d’agosto per una Roma pressoché deserta: un viaggio descrittivo in più tappe, dove si trova uno dei miti morettiani per eccellenza, Jennifer Beals in carne ed ossa, la protagonista di Flashdance, il film che gli ha cambiato la vita, o un esilarante intervallo onirico in cui Moretti tormenta telefonicamente un critico cinematografico che ha parlato bene (forse impropriamente) del trucido splatter Henry pioggia di sangue. Il tutto prima di concludere la gita in Vespa ad Ostia, nel luogo in cui Pier Paolo Pasolini fu ucciso. Nel secondo episodio, Isole, Nanni Moretti ci porta in gita per le Eolie: da Lipari a Salina, poi una scappata e fuggi a Panarea e quindi ad Alicudi, priva di TV e dunque indicata come ritiro per i drogati da soap opera, che assillano il regista per sapere cosa sta succedendo a “Beautiful”. L’ultima storia è allucinante e s’intitola Medici: Moretti ricostruisce un dettagliato rapporto della sua odissea sanitaria, causata dal morbo di Hodgkin, ovvero una ciste al sistema linfatico, originata da un banale prurito e ripetutamente codificata da vari medici in modo più allarmante. Il regista osserva che sarebbe auspicabile che i medici, soprattutto, fossero capaci di ascoltare il paziente mentre descrive i suoi sintomi, concludendo (in modo assai morettiano, va detto) che un bicchiere d’acqua la mattina a digiuno fa bene. Verrebbe da pensare che Caro diario sia molto autobiografico, ed in parte sicuramente lo è, ma a ben guardare si tratta di un film che racconta molto il circostante (soprattutto il vuoto e la solitudine circostante) e spesso raggiunge il pubblico parlando di tematiche che toccano tutti, sia che si tratti della paura della malattia che delle classiche tragicommedie vacanziere. E’ un film impeccabile ed intenso in modo quasi casual dalla prima all’ultima sequenza, e dice più della società e della persona così, divagando, delle pellicole che si propongono di raccontare un dramma od un tema tout court. Chi ama Moretti lo troverà magnifico, chi solitamente lo detrae capirà poco o niente: fortunatamente in terra di Francia l’hanno sempre amato, ed a Cannes 1994 hanno opportunamente deciso di premiarlo per la miglior regia. Avrebbe meritato la Palma d’Oro.

Caro diario, regia di Nanni Moretti, con Nanni Moretti, Renato Carpentieri, Moni Ovadia, Jennifer Beals, Valerio Magrelli, Silvia Nono; episodi; Ita./Fran.; 1993; C.; dur. 1h e 40’

Voto 8+ 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner