partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Roma
Regia di Alfonso Cuarón
La forma dell'acqua
Regia di Guillermo del Toro
IT
Regia di Andres Muschietti
Blade Runner 2049
Regia di Denis Villeneuve
War Dogs
Regia di Todd Phillips
Moonlight
Regia di Barry Jenkins
La La Land
Regia di Damien Chazelle
Lo chiamavano Jeeg Robot
Di Gabriele Mainetti
Suspiria
Di Dario Argento
Veloce come il vento
Regia di Matteo Rovere

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  24/08/2019 - 23:57

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


Spider-Man 3
Regia di Sam Raimi
Cast: Tobey Maguire, Kirsten Dunst, James Franco, Thomas Haden Church, Topher Grace, Bryce Dallas Howard, J.K. Simmons, Rosemary Harris; fantastico/azione; U.S.A.; 2007; C.

 




                     di Paolo Boschi


Spider-Man 3 - Recensione
Spider-Man 2 - Recensione
Spider-Man 2 - Anteprima
Spider-Man - Recensione
Nella Tela del Ragno
Spider-Man - Original Soundtrack
Spider-Man: comics & The Movie
Sam Raimi e Spider-Man
Spider-Man. The Movie - Presentazione
Spider-Man: il film a fumetti
Il vostro amichevole Uomo Ragno di quartiere
Ultimate Spider-Man
L'Uomo Ragno: 11 settembre 2001
Ultimate Spider-Man Special
L'Uomo Ragno Speciale Estate 2002
Spider-Man: Blue


Benvenuti alla terza avventura sul grande schermo del vostro sempre amichevole Uomo Ragno di quartiere. Quella locandina inneggiante al doppio vi ha spinto nel buio di una sala cinematografica? Ovviamente non potete che aspettarvi un fumetto animato altamente spettacolare dove tutto richiamerà il numero due. Sarete accontentati da una storia che inneggia al tema del doppio fino ai titoli di coda in un continuo crescendo d’intensità. Eravamo rimasti a Spiderman 2, che cominciava mostrandoci la vita del nostro eroe come un vero inferno a livello professionale, studentesco e sentimentale. Il bello è che all'inizio di Spiderman 3 al contrario tutto sembra andare decisamente per il meglio per il tessiragnatele: nella sua reale identità di Peter Parker sta seriamente meditando di chiedere alla rossa Mary Jane di convolare a nozze, gli studi lasciano presagire un luminoso futuro e anche l'incarico di fotografo free lance sta regalando al giovane studente/supereroe qualche soddisfazione economica. Ma si tratta di un incipit assolutamente ingannevole, dato che in breve, in ossequio alla legge di Murphy, tutto quello che può andar male, lo farà. Si comincia con una bella battaglia per i grattacieli di New York contro un ignoto super-avversario che molto assomiglia alla nemesi dell’arrampicamuri, il defunto Goblin: non a caso ben presto scopriamo trattarsi dell’ex migliore amico di Peter, ovvero Harry Osborn, che ha ripetuto su se stesso il folle esperimento che rese il suo scomparso genitore Norman Osborn il letale Goblin, il folletto verde. Ma l'amico cessa d'essere subito una minaccia in quanto, nel prosieguo della violentissima battaglia, una provvidenziale botta in testa gli provoca un'amnesia che lo fa regredire a pochi mesi prima, quando ignorava le identità segrete del padre e del suo miglior amico, e (soprattutto) quando non aveva la certezza che era stato l’Uomo Ragno a renderlo orfano. Capita inoltre che Peter non riesca a chiedere la mano di Mary Jane nel frangente abilmente confezionato per lo scopo, anche perché la brillante carriera d'attrice teatrale della futura signora Parker pare naufragata dopo le prime recensioni negative. Succede inoltre che un nuovo rivale fotografo, tale Eddie Brock, si faccia avanti per contendere a Peter Parker l’incarico di ‘ritrattista’ privilegiato dell’Uomo Ragno. E raddoppiano anche i supercriminali: eccone altri due, ovviamente. Il primo è il granitico Uomo Sabbia, che peraltro, da ulteriori indagini in merito pare essere il vero responsabile della morte dell’amato zio di Peter. Qualcosa di strano succede proprio mentre l’Uomo Ragno combatte in modo insolitamente spietato il nuovo avversario: Peter sta infatti subendo il nefasto influsso di un nero simbionte alieno che amplifica i suoi già formidabili poteri ragneschi, ma a prezzo della sua umanità, rendendolo più cinico, crudele e menefreghista. Per fortuna il protagonista riesce a liberarsi in extremis del parassita extraterrestre, che trova terreno fertile in Eddie Brock, ansioso di vendicarsi di Peter Parker, colui che gli ha rovinato una carriera luminosa: la simbiosi con l’alieno lo trasforma nel letale Venom, una versione oscura dell’arrampicamuri (e molto, molto più cattiva). Raddoppiano infine anche le ragazze: durante la classica parentesi riflessiva con MJ, un Peter sotto l’influsso del simbionte corteggia davanti alla sua ex la suo bionda compagna di studi, Gwen Stacy, peraltro figlia del nuovo capo della polizia newyorchese. È doppia anche la battaglia finale, in cui l’Uomo Ragno avrà l’impossibile compito di combattere contemporaneamente contro l’Uomo Sabbia e Venom: come farà a vincere? Ovviamente con uno strategico (ma prevedibile) raddoppiamento di supereroi che vi lasciamo il piacere di scoprire al cinema. Spiderman 3 si lascia guardare con immane gradevolezza dall’inizio alla fine: le scene d’azione spenzolando da una ragnatela per i cieli di Manhattan sono altamente spettacolari come sempre, mentre i combattimenti, spesso brutali, sono contrappuntati da incredibili effetti speciali. Detto questo, si tratta del solito abnorme fumettone filmico firmato Sam Raimi, con sequenze talmente ‘piene’ da risultare quasi barocche. La battuta migliore ce la regala il grande Stan Lee – lo sceneggiatore che nel 1962 inventò il popolare personaggio insieme al disegnatore Steve Ditko –, rivolgendosi alla sua stessa creatura: “Sai ragazzo? Io penso che una persona la fa la differenza...”. Una prelibata leccornia per tutti gli amanti del fumetto, imperdibile per tutto il resto del pubblico.

Spider-Man 3, regia di Sam Raimi, con Tobey Maguire, Kirsten Dunst, James Franco, Thomas Haden Church, Topher Grace, Bryce Dallas Howard, J.K. Simmons, Rosemary Harris; fantastico/azione; U.S.A.; 2007; C.; dur. 2h e 20’

Voto 7½ 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner