partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Full Time
Regia di Eric Gravel
A white white day
Un film di Hlynur Pàlmason
Minari
Di Lee Isaac Chung
Tutti pazzi per Yves
Regia di Benoît Forgeard
Lacci
Regia di Daniele Lucchetti
Roubaix, une lumière
Regia di Arnaud Desplechin
Parasite
Di Bong Joon-Ho
Il lago delle oche selvatiche
di Yi’nan Diao
Memories of Murder
Regia di Bob Joon-Ho
1917
Regia di Sam Mendes

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  26/09/2022 - 02:53

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


Irréversible
Regia di Gaspar Noé
Cast: Monica Bellucci, Vincent Cassel, Albert Dupontel, Jo Prestia, Philippe Nahon; drammatico; Francia; 2002; C.
Il film che ha fatto scandalo alla Croisette

 




                     di Paolo Boschi


Cannes 2002: la premiazione
Panoramica di Cannes 2002
Cannes 2002: 5 film da non perdere
Hollywood Ending di Woody Allen
L'ora di religione di Marco Bellocchio
Irréversible di Gaspar Noé
Kedma - Verso oriente di Amos Gitai
Il pianista di Roman Polanski
Bowling a Columbine
Sweet Sixteen
Cannes 2001
Cannes 2000
Cannes 1999


Dall’oscurità alla luce lungo un percorso narrativo all’inverso, più o meno come accadeva in Memento ma con un pizzico di autocompiacimento in più per i dettagli maggiormente truculenti: una tragica storia la cui fine è nota, dunque irreversibile, in perfetto accordo con il titolo. Il cineasta franco-argentino Gaspar Noé si premura di farci assimilare la banale massima “Il tempo distrugge ogni cosa” aprendovi la storia e ribadendo il concetto nei titoli di coda: Irréversible racconta un dramma di violenza che innesca desiderio di vendetta (e quindi ulteriore violenza), pretende di dimostrare come la bestialità di un sadico possa risvegliare la bestialità latente in qualunque persona normale. Le tessere del mosaico narrativo del film si succedono capovolte, inframmezzate da disturbanti movimenti della macchina da presa, assortite in un montaggio talvolta allucinato e straniante (in entrambi i casi opera di Noé: regista, operatore di ripresa e montatore). La storia alla base di Irréversible è di una semplicità disarmante: Marcus e la splendida Alex vivono insieme, escono con un amico per una serata di ballo e stupefacenti, litigano, lei decide di rincasare prima ma in un sottopassaggio della metropolitana è aggredita da uno sconosciuto che lo stupra e la picchia selvaggiamente, innescando l’immediata vendetta dello sconvolto compagno, scortato dall’amico filosofo per i più sordidi milieux cittadini, fino ad un ambiguo ritrovo di omosessuali, il Rectum, dove si consumerà altra violenza, magari sbagliando il colpevole. La famigerata scena dello stupro, che ha reso il film scandaloso prima della sua uscita (con evidenti benefici pubblicitari indiretti), è piazzata giusto nel bel mezzo della storia: nove interminabili minuti in cui l’impotente protagonista viene sopraffatta fisicamente, brutalmente sodomizzata e massacrata gratuitamente da un sadico tossico ed omosessuale, nove minuti mostrati in un unico piano sequenza che immortala lo strupro dal basso senza mai staccarsi dalla scena. In seguito, proseguendo nel distensivo cammino che prefigura la tragedia, scopriremo anche la gravidanza della protagonista ed un oscuro sogno premonitore: francamente un po’ troppo, d’altra parte Noé sembra aver essere volutamente eccessivo in ogni dettaglio, dalle oscenità che caratterizzano il ritrovo gay d’apertura fino alle tante citazioni pop del finale domestico, soprattutto la locandina del feto di 2001 Odissea nello spazio, ripresa più volte. Una pellicola difficile da giudicare: si può essene risucchiati come respinti. Propendiamo per la seconda ipotesi.

Irréversible, regia di Gaspar Noé, con Monica Bellucci, Vincent Cassel, Albert Dupontel, Jo Prestia, Philippe Nahon; drammatico; Francia; 2002; C.; dur. 1h e 30'

Voto 5 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner