partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Cannes 2024
77ª edizione
Far East Film Festival
XXVI edizione
Florence Korea Film Fest
XXII edizione
74° Berlinale
Un orso che non smette mai di cacciare
41° Torino Film Festival
Un minestrone di proposte
France Odeon 2023
XV edizione
Festa del Cinema di Roma
XVIII edizione
Venezia 80
Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica
Cannes 2023
La madrina è Chiara Mastroianni
Far East Film 25
Un festival faro per il cinema orientale in Europa

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  26/05/2024 - 04:03

 

  home>cinema > festival

Scanner - cinema
 


Cannes 2001
54ème edition Festival du Cinéma
Il cinema italiano torna protagonista in terra di Francia
Scanner sulla Croisette

 




                     di Paolo Boschi


Presentazione del Festival di Cannes 2001
Panoramica di Cannes 2001
I premi di Cannes 2001
La stanza del figlio
The man who wasn't there
Shrek
Moulin Rouge
The Pledge - La promessa
Almost Blue


Cannes 2000: presentazione del festival
Cannes 2000: seconda corrispondenza
Cannes 2000: terza corrispondenza
Cannes 2000: quarta corrispondenza
Cannes 2000: la premiazione
Panoramica di Cannes 1999
Cannes 1999: la premiazione


Alle 19,45 del 9 maggio prende avvio la 54° edizione del Festival di Cannes, con la proiezione di "Moulin rouge" di Baz Luhrmann, quarantenne regista australiano già autore del notevole "Romeo + Giulietta di William Shakespeare". Madrina della serata sarà Charlotte Rampling, insieme a Nicole Kidman, interprete del film d'apertura - ed è atteso anche Tom Cruise, ex marito dell'attrice australiana -. A ruota è in programma una festa a tema davanti al porto vecchio per mille invitati: è stato ricreato un ambiente che ricorda la Belle Epoque, con tanto di ballerine di can can.

Dopo la cocente delusione della scorsa edizione, quest'anno a Cannes il cinema italiano torna protagonista e vincente, con due nomi di primo piano. Sono infatti in concorso Nanni Moretti con "La stanza del figlio", un conclamato successo di pubblico e critica di questa stagione, ed è atteso l'ultimo film di Ermanno Olmi, "Il mestiere delle armi". Per entrambi si tratta di un gradito ritorno in terra di Francia: Olmi vinse la Palma d'Oro nel 1978 per "L'albero degli zoccoli", mentre Moretti (che pure l'avrebbe meritata) fu premiato per la miglior regia per "Caro diario" nel 1994. Moretti, molto amato in Francia, si presenta come uno favoriti assoluti della vigilia. Oltre a Moretti ed Olmi in concorso, la pattuglia italiana a Cannes si presenta piuttosto assortita. Nella sezione "Un certain regard" Francesca Archibugi presenta "Domani" e Francesca Comencini "Le parole di mio padre", tratto da "La coscienza di Zeno" di Italo Svevo. Alla "Quinzaine" prenderà invece parte l'esordiente Daniele Gaglianone con "I nostri anni". Un altro esordiente della stagione in corso, Alex Infascelli, presenterà infine il suo thriller a tinte pulp "Almost blue", tratto dall'omonimo romanzo di Carlo Lucarelli. Un nome italiano anche nella giuria presieduta dalla musa bergmaniana Liv Ullman: il regista Mimmo Calopresti. Con "Moulin rouge" di Baz Luhrmann, film d'apertura della manifestazione, il cinema americano va all'assalto della Palma d'Oro proponendo un trittico noir per il quale c'è già grande attesa dalla vigilia. Cinema rigorosamente d'autore, presentato da vecchi frequentatori della Croisette. David Lynch presenta "Mulholland drive"(con Laura Herring e naomi Watts), i fratelli Coen propongono "The man who wasn't there" (interpretato dalla brava Frances McDormand) e Sean Penn "The pledge" , con Jack Nicholson, tratto da un romanzo di Frederich Dürenmatt. Lynch e i Coen hanno già vinto la Palma d'Oro, rispettivamente nel 1990 con "Wild at heart" e nel 1991 con "Burton Fink". Dall'America in concorso anche il cartoon digitale della Dreamworks "Shrek", il primo film d'animazione presentato a Cannes da "Peter Pan" nel 1953. La prima edizione del Festival di Cannes nel terzo millennio segna il gradito ritorno del leggendario critico e regista Jean-Luc Godard, in concorso con "L'eloge de l'amour", con il premio Oscar Juliette Binoche tra gli interpreti. Massiccia la presenza di pellicole transalpine alla Croisette, come di consueto: François Dupeyron presenta "La chambre des officiers", Cathérine Corsini "La répétition" (interpretato dalla splendida Emmanuelle Béart), Jacques Rivette "Va savoir!", Cédric Khan "Roberto Succo" (su bandito italiano morto in carcere a 28 anni) ed infine l'austriaco Michael Haneke "La pianiste" (produzione francese). A Cannes 2001 torna un'altra Palma d'Oro fuori concorso: si tratta di Francis Ford Coppola, che presenterà "Apocalipse Now", vincitore nel 1979. Il cult movie di Coppola torna in versione restaurata ed arricchita di ben 53 minuti di riprese inedite. A Cannes sarà presente (non in concorso) anche Roman Coppola, figlio del noto regista americano, con "CQ". Altri film americani presentati alla Croisette fuori concorso saranno "The center of the world" di Wayne Wang, "Human Nature" di Michel Gondry ed il documentario sul cinema italiano di Martin Scorsese. Vedremo...

Voto 7½, almeno sulla carta 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner