partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Cannes 2024
77ª edizione
Far East Film Festival
XXVI edizione
Florence Korea Film Fest
XXII edizione
74° Berlinale
Un orso che non smette mai di cacciare
41° Torino Film Festival
Un minestrone di proposte
France Odeon 2023
XV edizione
Festa del Cinema di Roma
XVIII edizione
Venezia 80
Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica
Cannes 2023
La madrina è Chiara Mastroianni
Far East Film 25
Un festival faro per il cinema orientale in Europa

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  26/05/2024 - 04:49

 

  home>cinema > festival

Scanner - cinema
 


Cannes 2000: presentazione del Festival
Why does my heart feel so bad?
Prima Corrispondenza dalla Croisette

 




                     di Wladimir Catanzaro


Presentazione del Festival di Cannes 2001
Panoramica di Cannes 2001
I premi di Cannes 2001
La stanza del figlio
The man who wasn't there
Shrek
Moulin Rouge
The Pledge - La promessa
Almost Blue


Cannes 2000: presentazione del festival
Cannes 2000: seconda corrispondenza
Cannes 2000: terza corrispondenza
Cannes 2000: quarta corrispondenza
Cannes 2000: la premiazione
Panoramica di Cannes 1999
Cannes 1999: la premiazione


J'aime les filles de Megève, J’aime les filles de St.Tropez… la perentoria filodiffusione del residence spara uno Jacques Dutronc in perfetto accordo con l’arredamento 1966-tutto plastica di questo spazio che sembra un museo della cocktail-culture o il set di una commedia post-matrimoniale. Piedi sul mobile bar, palesemente vuoto al nostro arrivo ma sospettabilmente pieno nel momento in cui si redigono queste note, e la Croisette languida albeggia. Sul Festival di Cannes il sole deve ancora sorgere: film mosci, party scadenti, prezzo dei superalcolici aumentato, l’unica festa divertente (quella della major di serie Z Troma, madrina del trash) interrotta da una carica della polizia sulla spiaggia. E poi Johnny Depp e Vanessa Paradis che pomiciano negli angoli, Mollica ansante e sudato, Nicole Appleton delle All Saints ovunque (I hope you choke on your Bacardi and Coke, come le ha augurato il suo ex-boyfriend Robbie Williams), la pioggia dei primi giorni, poche donne nude sul litorale. Asia Argento, ivi drammaticamente giunta in possibile promozione per il suo Scarlet.et le soleil
Ehi, ci sono dei film là fuori… calma piatta sui seggioloni del concorso. I Coen e Neil LaBute ritagliano lampi di genio, per quanto Oh Brother Where Art Thou ? e Nurse Betty non siano i loro pezzi migliori. LaBute sta per essere invitato alla tavola dei maggiorenti, e sfodera una commedia hollywoodiana in onore alla quale addolcisce il suo efferato cinismo. Ma fa pur sempre una buona storia, con la super-zuccherosa Renèe Zellweger. I Coen portano tre Grandi Lebowski nella Grande Depressione, facendo a tratti un po’ di confusione e divertendo alquanto. Giorgione Cloneey è a buon punto della scuola serale, ancora venti o trent’anni e diventerà il Clark Gable del 2000. Fiacco Ken Loach, che dimostra in Bread and Roses, pure il più compatto dei suoi ultimi lavori, di essere un tantino senescente. Il resto è pazzesco, una teoria di pesantezze inaudite. Tremano i polsi di fronte ai barocchismi di Ivory, cadono le palpebre sulle terrificanti dueoreetrentacinque del film di Liv Ullmann, sprofonda il posteriore nel Vatel di Joffè. La Makhmalbaf la riserviamo alla pietà popolare. Qualcosa di meglio in "Un certain regard". Passabile il lavoro di Maria de Medeiros (Capitaes de Abril), apprezzabile il mosaico di ritratti femminili di Rodrigo Garcia (papà Marquez ringrazia). Il resto è una piccola marmellata di cinesi, noradfricani e portoghesi. Speriamo in meglio. Rumba rumba cha cha cha..

Voto 7 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner