partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Mediterraneo
Regia di Gabriele Salvatores
In The Mood For Love!
Regia di Wong Kar Wai
Cielo sopra Berlino
Di Wim Wenders
Il bell'Antonio
Di Mauro Bolognini
Quadrophenia
Degli Who
Vertigo - la donna che visse due volte
Di Alfred Hitchcock
A piedi nudi nel parco
Regia di Gene Saks
Il diavolo veste Prada
Regia di David Frankel
Colazione da Tiffany
Regia di Blake Edwards
Mezzogiorno di fuoco
Regia di Fred Zinnemann

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  01/10/2022 - 19:48

 

  home>cinema > cult

Scanner - cinema
 


Il ritorno di E.T.
Regia di Steven Spielberg
Cast: Henry Thomas, Dee Wallace-Stone, Peter Coyote, Drew Barrymore, Robert MacNaughton, Sean Frye; fantastico; Usa; 1982; C.
Nel ventennale del film esce la riedizione della fiaba fantastica di Spielberg

 




                     di Paolo Boschi


E.T. - L'extraterrestre
Jurassic Park
Il mondo perduto - Jurassic Park
Salvate il soldato Ryan
A.I. - Artificial Intelligence
Minority report
Prova a prendermi
The Terminal
La guerra dei mondi
Munich
Indiana Jones e il Regno del Teschio di Cristallo
War Horse


Nel 1982, l’anno in cui l’Italia vinse i mondiali per la terza volta, l’allora trentacinquenne Steven Spielberg – già regista di fama mondiale grazie a Duel, Sugarland Express, Lo squalo, Incontri ravvicinati del terzo tipo, I predatori dell’arca perduta – diresse E.T. - L’Extra-Terrestre, non il suo film migliore o il più ambizioso, ma sicuramente il più amato dal pubblico di ogni età per la sua riuscita miscela di fantascienza, fiaba, spettacolo e buoni sentimenti. Così, come è già successo per Apocalipse Now, L’esorcista e 2001 - Odissea nello spazio ecco arrivare puntuale la riedizione celebrativa vent’anni dopo. Non si tratta di un director’s cut in senso stretto, perché la storia funzionava benissimo già com’era, fondamentalmente Spielberg si è limitato ad inserire qualche sequenza ora possibile grazie all’incredibile sviluppo della tecnologia degli effetti speciali, a fare un po’ di maquillage digitale qua e là, ed a proporre la colonna sonora in versione rimasterizzata. La storia, che ripetiamo per dovere di cronaca, racconta l’incontro tra l’alieno ET ed un bambino americano, Elliot, che lo conduce a casa e lo mostra al fratello Michael ed alla sorellina Gertie, instaurando presto un legame che sfiora l’empatia con il piccolo e tenero extraterrestre. Appresi i primi rudimenti della loro lingua, ET comunica ai nuovi amici di sentire nostalgia di casa (con tre parole significative entrate nell’immaginario collettivo: “ET telefono casa”): i tre ragazzi lo nasconderanno dalla polizia e dagli scienziati della NASA, ansiosi di impadronirsi della creatura aliena per i propri esperimenti. Si tratta pur sempre di una fiaba, per quanto fantascientifica, dunque l’happy ending incombe dietro l’angolo. Il messaggio buonista, ancora valido a vent’anni di distanza, è sempre che soltanto i bambini sono in possesso della bontà d’animo indispensabile ad accettare i puri di cuore scesi dalle stelle: diversi, alieni, ma incapaci di incutere paura. E’ sempre la stessa anche la carta vincente del film di Spielberg, ovvero il pupazzo elettronico inventato da Carlo Rambaldi e vagamente ispirato alle fattezze di Albert Einstein e del poeta Carl Sandburg. E.T., forse non un capolavoro ma certo una pietra miliare della storia del cinema, fu premiato all’epoca soltanto con tre Oscar tecnici (effetti speciali, sonoro, colonna sonora). Da (ri)vedere.

E.T. - L'extra-Terrestre - E.T. The Extra-Terrestrial, regia di Steven Spielberg, con Henry Thomas, Dee Wallace-Stone, Peter Coyote, Drew Barrymore, Robert MacNaughton, Sean Frye; fantastico; Usa; 1982; C.; dur. 1h e 55'

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner