partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Topolino: 75 anni e non sentirli....
Mickey Mouse compie tre quarti di secolo
X-Treme X-Men # 12
Secondo fronte!
Shi, by Bill Tucci
La bella e letale guerriera della Crusade Comics
Riccardo Mannelli's Portrait
Visioni memorabili e fotogrammi implacabili
X-Men: Profilo X
Una creazione di Stan
I Trapper
I cacciatori della nuova frontiera americana...
Tom's Bar
Di Berardi & Milazzo
Spawn, l'angelo nero
Un profilo del fortunato demone di Todd McFarlane
Elektra
La dark girl per definizione del Marvel Universe
La Principessa Mononoke
Un anime di Hayao Miyazaki

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  16/12/2017 - 12:09

 

  home>strips > personaggi

Scanner - strips
 


X-Treme X-Men # 12
Secondo fronte!
Mensile, pp. 100 [Marvel Italia]
Un fumetto-raccoglitore di X-collane

 




                     di Paolo Boschi


X-Men: il fumetto
X-Men: presentazione del film di Bryan Singer
X-Men: recensione del film di Bryan Singer
Il film di Bryan Singer ai raggi X
Ultimate X-Men
Un mutante chiamato Logan
Wolverine: Origini
X-Treme X-Men
X-Men 2: il sequel
Preludi a X-Men 2
X-Men: l'adattamento a fumetti
X-Men - L'inizio


X-Men, uomini-X, figli dell’atomo, mutanti, supereroi latori del sogno impossibile di Charles Xavier, il telepate più potente del mondo, convinto che una convivenza tra l’homo sapiens e l’homo superior (l’ultimo stadio dell’evoluzione umana) sia possibile, e capace di costituire una scuola per giovani dotati dove i mutanti inesperti imparano a controllare i propri poteri, qualunque essi siano, ed ad integrarsi al meglio con una società che, almeno attualmente, li rifiuta come esempi estremi della diversità razziale, corpi estranei da guardare con sospetto, da odiare o da combattere tout court. Il soggetto elaborato da Stan Lee e Jack Kirby nei primi anni Sessanta era più o meno questo, e si adattava a meraviglia sia con la sindrome dell’atomica che caratterizzava la guerra fredda tra le due superpotenze che con la neonata tipologia di supereroi con superproblemi, estremizzandola: Peter Parker, bene o male, una volta smesso il costume dell’Uomo Ragno tornava ad essere (almeno in apparenza) un ragazzo normale in un contesto normale, per personaggi come l’alato Angelo (alias Warren Worthington III, oggi denominato Arcangelo, dotato di ali e di pelle blu) o Ciclope (alias Scott Sommers, dotato di devastanti quanto incontrollabili raggi ottici) era decisamente più difficile passare inosservati. Sull’onda del grande successo innescato dal primo film dedicato ai pupilli di Xavier (e firmato da Bryan Singer) alla casa delle idee si sono moltiplicate nuove collane e spin offs degli X-Men, che la Marvel italiana ha prontamente provveduto a presentare nella rivista-raccoglitore già denominata “X-Universe” (ex “X-Men Deluxe”), previo restyling grafico ed un nuovo titolo, ovvero “X-Treme X-Men”, dalla collana più prestigiosa che ha trovato spazio al suo interno. Come solitamente accade in simili tipologie di albi, la varietà del materiale rende difficile un giudizio complessivo, anche perché la qualità delle varie collane si presenta quanto mai eterogenea. Ma cominciamo dal clou dichiarato dell’albo, appunto “X-Treme X-Men”, serie nuova di zecca realizzata da Chris Claremont, già autore dello storico rilancio della collana madre “Uncanny X-Men” a metà degli anni Settanta, in questa occasione supportato dal tratto elegante dei disegni di Salvador Larroca, colorati dal gruppo Liquid direttamente sulle matite del cartoonist iberico, saltando la fase d’inchiostratura ed ottenendo un risultato decisamente inusuale, più sinuoso ed avvolgente dei comics classici. Ma chi sono gli X-Treme X-Men? Nient’altro che un gruppo ristretto degli X-Men originali raccolto intorno ad una missione precisa: la regina degli elementi Tempesta, la superpotente rubapoteri Rogue, la batteria vivente Alfiere, la telepate Psylocke, l’elaboratrice Sage e la new entry Thunderbird (alias Neal Sharra, di origini indiane, in grado di emettere raggi al plasma) sono in cerca dei tredici Libri della Verità, ovvero diari di Destiny, la scomparsa veggente cieca nonché ambigua mentore della mutaforma Mystica, volumi ‘esplosivi’ che potrebbero rivelarsi estremamente pericolosi nel caso se cadessero nelle mani sbagliate. Nei primi numeri gli X-Men hanno perso Psylocke, registrato l’ingresso dei due fratelli mutanti Heather e Davis Cameron, visto il ritorno della Bestia e di Gambit: il ladro cajun in particolare è stato catturato ed utilizzato per aprire la via ad un’invasione di militari alieni specializzati nella conquista di mondi. E Tempesta, ridotta in fin di vita da un proditorio attacco di Viper in quel di Madripoor, è stata portata nell’astronave madre da Khan, il capo degli alieni, ben deciso a curarla e farne la sua sposa. Le altre serie ospitate dall’ennesima X-testata sono “Exiles”, giocata su un gruppo mutante guidato dalla rediviva Blink nell’universo alternativo de “L’era di Apocalisse”, estemporanee miniserie dedicate a X-personaggi (Nightcrawler, Ciclope etc.) ed infine l’innovativa (ed efferata) “X-Force” firmata da Milligan & Allred. Quest’ultima serie in particolare, giocata su atmosfere in stile Vertigo, è ambientata in un futuro in cui i mutanti sono stati accettati dalla società, che li ha fagocitati e resi un prodotto d’intrattenimento basato su sondaggi ed azioni spettacolari (spesso al contempo anche assai splatter). L’ottica di Milligan è assai insolita: i protagonisti di X-Force sono un incrocio tra supereroi e divi di oggi (cantanti, attori o sportivi che dir si voglia), con tutto il bagaglio di difetti e megalomanie del jet set. Un fumetto-raccoglitore nel complesso interessante ed indicato per gli X-fans di vedute aperte in cerca di nuove emozioni...

X-Treme X-Men # 12, Secondo fronte!, mensile, pp. 100 [Marvel Italia]

Voto 7 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner