partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Mangasia
Wonderlands Of Asian Comics
Lucca Comics & Games
Anno 51
Radio e fumetti
I Sociopatici a Lucca Comics
Universo Simpson
Una festa per l’arrivo sul grande schermo
40 anni con Mafalda
La bimba protestataria festeggia 4 decadi
Hulk: Movie Adaptation
Marvel Miniserie # 51
X-Men 2
Il film a fumetti
Martin Mystère Extra # 25
Generazioni
L'Uomo Ragno # 1
Le origini
Spider-Man: Blue
Marvel Miniserie N. 45

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  17/12/2017 - 08:48

 

  home>strips > eventi

Scanner - strips
 


X-Men 2
Il film a fumetti
Comics U.S.A. N. 8; pp. 52 [Marvel Italia]
L'adattamento ufficiale del sequel di Bryan Singer

 




                     di Paolo Boschi


X-Men: il fumetto
X-Men: presentazione del film di Bryan Singer
X-Men: recensione del film di Bryan Singer
Il film di Bryan Singer ai raggi X
Ultimate X-Men
Un mutante chiamato Logan
Wolverine: Origini
X-Treme X-Men
X-Men 2: il sequel
Preludi a X-Men 2
X-Men: l'adattamento a fumetti
X-Men - L'inizio


Come già visto per Daredevil, anche per il sequel degli X-Men di Bryan Singer non poteva mancare il classico adattamento a fumetti, che rilegge la pellicola fantastica dedicata ai pupilli del Prof. Xavier con gli strumenti del media d’origine (carta, inchiostro, ‘nuvole’ e colori). A differenza dell’adattamento dell’uomo senza paura, X-Men 2: il film a fumetti si presenta come un prodotto filologicamente più corretto sia verso la fonte fumettistica d’origine sia verso la traslazione su celluloide (peraltro obbligatoria in siffatto genere di operazioni). Cominciamo dai credits: questo adattamento a fumetti è stato firmato da Chuck Austen per quanto riguarda la sceneggiatura, mentre i disegni realizzati in stile più che discreto dal non famosissimo Patrick Zircher sono stati inchiostrati da Lary Stucker. La storia alla base di X2 (sigla più invalsa in America e nei fumetti che nelle sale italiane) prende le mosse dallo scenario in cui si era chiuso il sipario di X-Men: il film: Magneto, signore del magnetismo e leader della confraternita dei mutanti malvagi, al momento non pare più una minaccia per l’umanità, rinchiuso all’interno di un’impenetrabile prigione di plastica, mentre la mutaforma Mystica sfruttando i propri poteri mimetici ha rimpiazzato il vuoto lasciato dal senatore Kelly, defunto sostenitore della crociata antimutante che ha mutato a 360 gradi il proprio orientamento politico nei confronti dei portatori del gene X. L’isteria contro i mutanti è però destinata a riaccendersi per un attentato diretto contro la persona più importante al mondo, addirittura il presidente degli States: un agilissimo mutante dalla pelle blu in grado di teleportarsi è infatti penetrato nella Casa Bianca, ha sbaragliato tutta la security presidenziale per fermarsi, incomprensibilmente, giusto un attimo prima di eliminare il proprio obiettivo. Mentre si ricomincia a parlare di schedatura dei mutanti, il generale Stryker, ambigua figura a mezzo tra uno scienziato ed un militare, riesce a catturare Ciclope ed il Prof. X, e ad organizzare un’incursione nella scuola per giovani dotati di Xavier, incursione che si risolve in una carneficina. L’artigliato Wolverine e numerosi studenti mutanti dovranno così stringere causa comune con il vecchio avversario Magneto, nel frattempo sfuggito dalla sua prigione di plastica, per fermare un complotto che minaccia di risolversi con l’eliminazione di tutti i mutanti dalla faccia della terra. Nel complesso un buon fumetto, che conferma i numerosi pregi emersi dal secondo episodio dedicato agli uomini-X traslato sul grande schermo, che ha felicemente bissato il successo del film d’esordio: peraltro non deve destare sorpresa che il sequel di Bryan Singer abbia addirittura migliorato – soprattutto sotto il versante degli effetti speciali – la qualità della prima pellicola che, rivelandosi un fenomeno al box office al di là delle più rosee aspettative, ha finito per incrementare considerevolmente il budget di X-Men 2.

COMICS U.S.A. N. 8, X-Men 2: il film a fumetti, pp. 52 [Marvel Italia]

Voto 7- 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner