partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Balletto Arabesque
Highlights
Leoni per la Danza 2018
Marie Chouinard ha scelto:
A.T. De Keersmaeker
A love supreme
Palcoscenico Danza 2017
Inaugura Aterballetto
Lindy Hop
Gli appuntamenti cool
Giovani Coreografi
Vetrina Internazionale
Cenacoli Fiorentini
Grande Adagio Popolare
B.Motion
Gran finale 2014,
CCDC
As If To Nothing
7th Sense
Di Vahan Badalyan

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  05/03/2024 - 06:19

 

  home>live > danza

Scanner - live
 


Kinkaleri 1999
1.9cc GLX
Ricerca sperimentale nei territori multidisciplinari del teatro-danza
A Fabbrica Europa 1999

 




                     di Daniela Ardizzone


Nero II studio - Nuova produzione - 2006
Pool - 2005
I Cenci/Spettacolo - 2005
TONO - 2003
OTTO - 2003
My love for you will never die - 2001
1.9cc GLX - 1999


I Kinkaleri inaugurano la serie di appuntamenti con la ricerca sperimentale nei territori multidisciplinari del teatro-danza, presso la Stazione Leopolda, con il loro ultimo spettacolo 1.9cc GLX. Già presentato quest'anno al CPA Firenze Sud, adesso approda a Fabbrica Europa '999, in seguito all'interesse suscitato in questi ultimi tempi da questo giovane e promettente gruppo artistico. Un gruppetto di spettatori, non più di sessanta, entra nella sala ricavata nell'ala destra della Stazione Leopolda e si dispone lungo tutti e quattro i lati del perimetro di scena. Una sola fila di sedie per un massimo di sessanta spettatori circonda un prato sintetico color verde acido. In mezzo, una casetta gialla, grande non più di tre metri per tre, focalizza tutta l'attenzione. Si spengono le luci, e comincia una dolce fiaba che tutti conosciamo, un ricordo lontano che ha allietato la nostra infanzia: è la storia di Pinocchio, o meglio, sono alcuni ricordi frammentari del racconto di Collodi, conservati da noi adulti attraverso gli anni... Una storia raccontata, però, soltanto da una trama sonora: musiche e rumori si sovrappongono e si alternano a tintinnii, scrosci d'acqua, fischi, boati, e ancora violini, voci morbide o violente... il suono guida lo spettatore nello svolgersi della storia. Di colpo, due anonime figure vestite di bianco entrano in scena, e cominciano una danza infantile, a tratti gentile, a tratti animalesca, che continueranno sino alla fine. Dalla casetta gialla si intravedono luci familiari e figure in movimento; ogni tanto, si spalanca una finestra, ma viene richiusa subito dopo. Il pubblico rimane col fiato sospeso aspettando da un momento all'altro che la porta si apra: si accresce via via la curiosità di vederne l'interno ed i personaggi che la abitano... Ci vuole un pò per capire che, in realtà, i Kinkaleri hanno completamente ribaltato l'ordine consueto della scena. L'azione principale è nascosta, misteriosa, e possiamo solo immaginarla aiutati dai suoni, mentre la scenografia è visibile e viene costruita dinamicamente dal movimento di due corpi che vi danzano intorno. Forse, questi danzatori stanno esprimendo i loro ricordi infantili della fiaba, oppure ne stanno accompagnando l'interpretazione sonora. Girano attorno alla casa, non entrando mai; giocano con piccoli oggetti, rimandando a un universo ludico ormai perduto. Ciascun spettatore, dal proprio posto a sedere, può avere una visione soltanto parziale della scena e non sa ciò che sta succedendo dall'altra parte della piccola casa. Così il mistero aumenta, finchè di colpo le due figure abbandonano i giocattoli sul prato verde e scompaiono velocemente dalla scena, proprio come erano apparsi, lasciando un pubblico perplesso e sognante.

Voto 7 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner