partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Takashi Murakami
Il cane che guarda le stelle
Rotomago, Julien Noirel
Nyarlathotep
Violet
GG Studio
Stefano Fantelli
El Brujo Grand Hotel
Matt Kindt
Super Spy
Craig Thompson
Habibi
Davide Aicardi
Extinction Seed
Daniel Clowes
Wilson
Jean-Claude Götting
Il baule Sanderson
Uli Oesterle
Hector Umbra

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  08/08/2022 - 15:22

 

  home>strips > fumetti

Scanner - strips
 


Legs Weaver, la bad girl Bonelli
Azione, fantascienza ed erotismo
L'apripista degli spin offs nati dalla serie regolare di Nathan Never

 




                     di Paolo Boschi


Shi
Lara Croft: Tomb Raider Magazine
Fathom, la bellezza che viene dal mare
Elektra
Vampi & Shi, un team-up all'ultimo sangue
Aphrodite IX
Introducing... Aphrodite IX
Vampirella
Witchblade
Principessa Mononoke
Legs Weaver
F.Compo
Julia
Beverly Kerr
Gea
La clinica dell'amore


Si chiama Rebecca Weaver ma un lungo soggiorno in carcere l'ha indurita al punto di cambiarsi nome in Legs (in inglese "gambe"): dal gennaio 1995 è titolare della prima serie della scuderia Bonelli dedicata ad un'eroina - che certo ha spianato la strada alla sua 'collega' contemporanea Julia Kendall.

Legs Weaver

Ma il suo debutto vero e proprio risale al 1991 tra le pagine del numero d'esordio di Nathan Never, il suo collega "musone", per dirla con le parole di Legs. Prima agente Alfa in assoluto, Rebecca "Legs" Weaver con l'esperto d'informatica Sigmund Baginov è stata comprimaria fissa del personaggio capostite della fantascienza bonelliana, poi la sua forte caratterizzazione le ha guadagnato un albo personale, prima a cadenza bimestrale e quindi mensile, lo spin off apripista della serie principale. Le avventure di Legs, a tutt'oggi unica bad girl dichiarata della galassia bonelliana, rispetto a quelle spesso malinconiche ed introspettive di Nathan Never, con cui condivide l'ambientazione in un futuro alla Blade Runner, sono meno fantascientifiche in senso stretto: il registro di preferenza è quello della commedia d'azione, con sprazzi piuttosto frequenti di erotismo e occasionali puntate nel fantasy. Legs vive insieme alla prosperosa collega May Frayn, già facente parte di un gruppo di ladre a gestione familiare (o meglio esperte in recuperi artistici a fin di bene), ed all'occhialuto draghetto parlante Harvey: del cast di comprimari fa parte anche Rick, tranquillo vicino di casa letteralmente cotto dell'aitante protagonista. Lo staff che ha creato il personaggio è lo stesso che ha elaborato l'universo di Nathan Never, ovvero il trio sardo composto da Michele Medda, Antonio Serra e Bepi Vigna (ma solo i primi due hanno scritto storie della serie). L'elaborazione grafica della bella Legs Weaver, splendida quarantenne in perfetta forma fisica, ricorda non poco la Sigourney Weaver (non a caso) protagonista dei vari Alien: ritratta con discreta frequenza in intriganti pose deshabillées nel corso delle sue avventure, Legs ha una vera e propria adorazione per le armi e per l'azione, possibilmente violenta - "Yatta!" è il suo atipico urlo da combattimento -. Nel numero in edicola - intitolato Jungla!, sceneggiato da Michele Medda e disegnato da Francesca Palomba -, mentre la bella May sta indagando sulle strane scomparse di luminari della comunità scientifica, Legs è impegnata a far da scorta in un viaggio aereo ad un criminale di nome Gunny. Il velivolo è costretto ad ammarare in seguito al sabotaggio operato dai complici del deliquente, ma il piano di fuga non teneva conto delle feroci tribù antropofaghe locali. A quel punto comincia una dura lotta per la sopravvivenza: roba d'ordinaria amministrazione per la donna più energica che l'Agenzia Alfa abbia a disposizione...

LEGS WEAVER N° 67, Jungla!, mensile, pp. 100 [Bonelli]

Voto 7+ 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner