partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Rotomago, Julien Noirel
Nyarlathotep
Violet
GG Studio
Stefano Fantelli
El Brujo Grand Hotel
Matt Kindt
Super Spy
Craig Thompson
Habibi
Davide Aicardi
Extinction Seed
Daniel Clowes
Wilson
Jean-Claude Götting
Il baule Sanderson
Uli Oesterle
Hector Umbra
Daniel Clowes
Come un guanto di velluto forgiato nel ferro

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  22/09/2017 - 17:10

 

  home>strips > fumetti

Scanner - strips
 


Rotomago, Julien Noirel
Nyarlathotep
Un’opera di confine, più vicina a un libro illustrato che a un semplice fumetto.
Nicola Pesce Editore, pp.58, € 14,90

 




                     di Matteo Merli


Uno scrittore che ha generato nella mente di molti artisti, visioni inesplicabili, oniriche e non prive di fascino è sicuramente H.P. Lovecraft. Dalla musica al cinema, fino al fumetto, Lovecraft è stato una fonte d’ispirazione per sviluppare un mondo immaginario fuori dal comune, e in questo caso non poteva lasciare in disparte Rotomago e Noirel.
Il volume Nyarlathotep, in uscita in Italia per NPE, è un adattamento in immagini del racconto omonimo di Lovecraft. L’operazione messa insieme da Rotomago, coadiuvato dalle illustrazioni di Julien Noirel è però un’opera di confine, più vicina a un libro illustrato che a un semplice fumetto.
La narrazione è scandita da una serie di didascalie che ripropongono il racconto del maestro e le tavole sono proposte come splash page, alternate a vignette regolari. Questo crea un forte legame visivo in chi legge entra maggiormente nel delirio visivo che si dipana di fronte ai suoi occhi. Queste immagini evocative   sprigionano una forza espressiva enorme, che non è paragonabile alla riduzione classica di un fumetto. Il disegno è notevolmente realistico, sul limite del fotorealismo per ambientazioni, veicoli ed oggetti; mentre i colori, la cui discesa verso gradazioni sempre più fredde contribuiscono a mantenere il senso di perturbazione che si cela nel racconto. Peccato che la lettura finisca presto e si ha l’impressione di avere tra le mani un art book da fumetto,   da godere solo con gli occhi.

Voto 6 ½ 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner