partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Niccolò Falchini
Le nubi volano basse
John Ajvide Lindqvist
Una piccola stella
Massimo Gramellini
Fai bei sogni
Joe R. Lansdale
Cielo di sabbia
Antonio Tabucchi
Tristano muore
Christopher Wilson
Il vangelo della scimmia
Simonetta Agnello Hornby
La monaca
Rosario Palazzolo
Concetto al buio
Michele Cecchini
dall’aprile a shantih
Fabrizio e Nicola Valsecchi
Giorni di neve, giorni di sole

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  26/02/2020 - 23:27

 

  home>libri > narrativa

Scanner - libri
 


Jovanotti
Il Grande Boh!
Milano, Feltrinelli, 1998

 




                     di Ilaria Monici


Lorenzo 1999. Capo Horn
Il mio nome è mai più
Il grande boh
Lorenzo Live
Cancella il debito!
Il quinto mondo
Safari
Ora


Il libro di Lorenzo Cherubini: Il Grande Boh! è uscito l'anno scorso.
Quindi, anzi per fortuna, non è una novità. Io ne scrivo adesso perché il tempo è anche circolare nel suo ritmo e nel suo scorrere veloce e il libro di Jovanotti mi piaciuto nel 1998 e mi piace adesso e mi piacerà anche nel terzo millennio, sicchè.
Questa mia recensione, questo mio parere è di parte. A me Lorenzo piace, mi è veramente simpatico, anche se non lo conosco, non ci ho mai parlato e l' ho visto sempre solo alla TV o nei palasport quando suona, canta e balla.
Mi piace il suo sguardo sulle cose delle vita perchè e non ce ne sono molti, è di quelli che non hanno perso la capacità di trasformare il mondo in un gioco.
Attitudine fondamentale da non scambiare, nè mistificare, con la superficialità o con una ingenuità grulla ma invece profonda leggerezza d'animo basata su una sensibilità intelligente, flessibile e vitale, dove circola e si genera energia, pensiero e nel suo caso anche creatività molto produttiva.
Il Grande Boh! è un libro di viaggio, di movimento, di pedalate infinite sulla bici, di patate arrosto argentine e anche di amore.
La valle dei templi, il sahara, capo di buona speranza, la patagonia ,manhattan, il mali, città del messico, l'avana, l'appennino tosco romagnolo, la cappella sistina , il museo van gogh di amsterdam, le celle di san francesco a cortona , un locale di londra, machu pichu, la casa di un mio amico, gerusalemme..... questi e anche altri sono i luoghi bellissimi che lui ha visto e basta questa lunga lista per capire che ogni luogo del mondo può essere un viaggio, anche la piazza dietro casa tua se la partenza, se l'andare verso, se lo scorrere della strada e il senso di irrequietezza, li senti, li percepisci e qualche volta si insinuano definitivamente dentro di te tanto che dopo un' po' devi ripartire. Qui però, secondo me, sta la trappola che Jovanotti - Lorenzo Cherubini salta a piè pari, cosa che invece non a tutti riesce.
Si tratta di viaggiare, non di scappare, si tratta di scegliere una meta e lo stimolo può essere quello che vi pare un libro, un film, una foto, un sogno o una fissazione, non di comprare un pacchetto-vacanze come un sacchetto di popcorn e infilarsi nel tunnel, nel villaggio, in aereo o sul bus e persino su una rompighiaccio se volete e tornare e casa con mille diapositive e stop.
Altro giro, altro volo. Con questo ho visitato ventisette paesi, no anzi quarantadue boh, insomma uno più uno meno. Intanto, io ci sono stato e tu no.
Il libro di Lorenzo non è un libro di riferimenti, itinerari, indirizzi ….è un libro di sensazioni, di suoni e di gente.
Il Grande Boh! che ti fa venire in mente la vita, la vita che scorre anche nei luoghi dove tu non sei ancora stato o dove non andrai mai e quindi ti stimola pensare, a fare e a viaggiare con tua testa, la tua pelle e le tue gambe.
Insomma, è un libro per tutti quelli a cui piace fare le cose che ormai fanno in pochi come viaggiare.

Jovanotti, Il Grande Boh!, Milano, Feltrinelli, 1998

Voto 8+ 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner