partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Il Posto, Il mio posto è qui,
Due film in sala a Firenze
Orlando, my political biography
Regia di Paul B. Preciado
Full Time
Regia di Eric Gravel
A white white day
Un film di Hlynur Pàlmason
Minari
Di Lee Isaac Chung
Tutti pazzi per Yves
Regia di Benoît Forgeard
Lacci
Regia di Daniele Lucchetti
Roubaix, une lumière
Regia di Arnaud Desplechin
Parasite
Di Bong Joon-Ho
Il lago delle oche selvatiche
di Yi’nan Diao

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  26/05/2024 - 04:13

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


Revolutionary Road
Regia di Sam Mendes
Cast: Leonardo DiCaprio, Kate Winslet, Kathy Bates, Kathryn Hahn, Michael Shannon, Zoe Kazan; drammatico; U.S.A./Gran Bretagna; 2008; C.

 




                     di Paolo Boschi


American Beauty
Era mio padre
Jarhead
Revolutionary Road
American Life


Molti probabilmente ricorderanno Kate Winslet e Leonardo DiCaprio nei panni della coppia d’oro di Titanic, cui dettero corpo e sentimenti giusto undici anni fa. I due attori sono tornati insieme dietro la macchina da presa per interpretare i coniugi protagonisti di Revolutionary Road, diretti da Sam Mendes, già autore di American Beauty e di Era mio padre, che anche nella sua ultima fatica dimostra una notevole capacità d’introspezione nei meandri dell’animo umano. Ma veniamo senza indugi di sorta alla storia, ambientata negli anni Cinquanta, in una sonnolenta via residenziale di una tranquilla cittadina di provincia degli States, il regno dell’american dream altoborghese, in una normale ma dignitosa villetta con giardino, dotata di tutti i comforts che una perfetta famiglia a stelle e strisce potrebbe desiderare. Ma c’è un problema all’orizzonte, dato che fin da quando si sono innamorati Frank e April Wheeler hanno pensato di essere diversi, anticonformisti, animati da alti ideali, interessati a vivere pienamente le proprie vite, formando da sempre una coppia in apparenza fantastica quanto solida. Purtroppo alla prova dei fatti il loro matrimonio non è perfetto come sembra, anzi, negli anni è stato logorato in sottofondo da un’intricata ragnatela di vicendevoli inganni e di reciproche insoddisfazioni. Frank è un marito troppo perso nel proprio lavoro (che peraltro non sopporta), mentre April, che sognava di recitare, è letteralmente oppressa dalla maschera di moglie innamorata, madre premurosa e casalinga perfetta che deve indossare un giorno dopo l’altro. Quando i due realizzano che il loro matrimonio sta diventando una trappola senza via d’uscita per entrambi, pensano anche di dare un colpo di spugna trasferendosi a Parigi per iniziare una nuova vita, più incerta ma stimolante, ma l’idea resta un semplice progetto quando i problemi quotidiani si riaffacciano alla finestra. È a quel punto, quando il sogno di Parigi va in fumo, che Revolutionary Road spinge l’acceleratore sulla contrapposizione tra moglie e marito, casalinga condannata all’infelicità lei, impiegato tentato dalla chimera di un’irrinunciabile promozione lui: in mezzo Sam Mendes trova perfino il modo per trattare un tema delicato come l’aborto da una prospettiva lucida e spietata. Il film, tratto dall’omonimo romanzo di Richard Yates – semisconosciuto in vita ed ora divenuto autore di culto – ricostruisce con calibrata precisione e con un’impeccabile colonna sonora d’epoca l’atmosfera di stagnante ma rassicurante conformismo che si respirava nell’America degli anni Cinquanta. I coniugi Wheeler si ritrovano a scoprire l’assenza di senso che riveste il dorato e consumistico viale del tramonto che stanno percorrendo, sembrano d’accordo che l’unica opzione è la ricerca della felicità altrove, ma quando le loro direzioni divergono appare chiaramente che la via d’uscita non esiste e la tragedia incombe dietro l’angolo. Nel cast brillano secondo copione i due protagonisti, ma ad emozionare sono una Kate Winslet letteralmente in stato di grazia e Michael Shannon, strepitoso nella parte del povero figlio demente dei vicini, l’unico a comprendere davvero il disperato senso di vuoto che innesca la tentata fuga dei due sposi di Revolutionary Road. Da non perdere.

Revolutionary Road, regia di Sam Mendes, con Leonardo DiCaprio, Kate Winslet, Kathy Bates, Kathryn Hahn, Michael Shannon, Zoe Kazan, Ryan Simpkins, Ty Simpkins, Kristen Connolly; drammatico; U.S.A./Gran Bretagna; 2008; C.; dur. 1h e 59’

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner