partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Full Time
Regia di Eric Gravel
A white white day
Un film di Hlynur Pàlmason
Minari
Di Lee Isaac Chung
Tutti pazzi per Yves
Regia di Benoît Forgeard
Lacci
Regia di Daniele Lucchetti
Roubaix, une lumière
Regia di Arnaud Desplechin
Parasite
Di Bong Joon-Ho
Il lago delle oche selvatiche
di Yi’nan Diao
Memories of Murder
Regia di Bob Joon-Ho
1917
Regia di Sam Mendes

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  14/08/2022 - 00:10

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


American Beauty
Regia di Sam Mendes
Cast: Kevin Spacey, Annette Bening, Thora Birch, Wes Bentley, Mena Suvari, Allison Janney, Peter Gallagher; drammatico; Usa; 1999; C
Quando l'american way of life collassa su se stesso...

 




                     di Paolo Boschi


American Beauty
Era mio padre
Jarhead
Revolutionary Road
American Life


Benvenuti nella perfetta vita dei coniugi Burnham, una classica famiglia perfetta americana, per l'appunto, almeno finché Lester, pubblicitario depresso e marito represso - ma consapevole che l'apice della sua giornata coincide con le abluzioni intime sotto la doccia mattutina -, entra nel turbine di quella che Nabokov chiamerebbe la scoperta delle ninfette. Gli accade in una palestra, durante un'esibizione delle Cheerleaders della scuola, di cui anche Jane, la figlia dei Burnham, fa parte: il problema è che Lester non riesce a togliere gli occhi di dosso da Angela, un'amichetta di Jane con il classico sogno nel cassetto della modella, e con l'abitudine di giocare alla grande seduttrice. Lester vive (o meglio rivive e ci racconta) una vera e propria epifania iniziatica e comincia a riscoprire in modo quasi ossessivo tutto ciò che una vita da juppie (fallito) ha strappato dalla sua vita: la giovinezza, il rock, l'anomalia, la risposta a tono, la marijuana, il sesso, i muscoli. Il tutto proprio mentre la moglie agente immobiliare full time, in contemporanea, estremizza il suo efficentismo in carriera e manifesta ambizioni adulterine tipicamente borghesi. Il finale, felicemente sospeso, è annunciato ma, quando arriva, colpisce con la forza di un'onda d'urto. American Beauty è una commedia a tinte noir che non finisce di sorprendere, sbattendo puntualmente in faccia tutto ciò che dispiace ai canoni della morale vigente ai piani residenziali della società, con una feroce critica al perbenismo americano ed al politicamente corretto. Dietro le quinte c'è perfino un voyeurismo latente da una parte, esibito dall'altra, che mette in risalto e quasi incornicia vizi, difetti, virtù, violenza e bellezza circolanti nella storia e nei personaggi, a volte sfiorando quasi il naïf adolescenziale. L'esordiente Sam Mendes, guidato anche da una sceneggiatura a prova di bomba, non sbaglia mai il tono né perde il ritmo e, dato che anche gli attori sono tutti perfetti - soprattutto il solito immenso Kevin Spacey -, il risultato rasenta decisamente il capolavoro, senza esagerazioni. American Beauty è una graffiante satira del mito americano, che estremizza, affinando il gioco dell'ironia, sia i mordaci bozzetti altmaniani di America oggi che la visionaria prospettiva di Solondz in Happyness. Si contano già sei nominarions importanti ai Golden Globes, in attesa della notte degli Academy Awards.

American Beauty, regia di Sam Mendes, con Kevin Spacey, Annette Bening, Thora Birch, Wes Bentley, Mena Suvari, Allison Janney, Peter Gallagher; drammatico; Usa; 1999; C.; dur. 2h e 2'

Voto 9 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner