partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Thony
Birds
8 Mile
Autori Vari
La finestra di fronte
Autori Vari
Ricordati di me
Autori Vari
Queen of the Damned
Autori Vari
Spider-Man
Original Soundtrack
Yann Tiersen
Amelie From Montmartre
O brother, where art thou?
Un'impeccabile silloge di musica tradizionale americana
Lara Croft Tomb Raider
Music from the motion picture
The Beatles
Yellow Submarine Songtrack

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  18/10/2017 - 11:24

 

  home>musica > soundtrack

Scanner - musica
 


Ricordati di me
Autori Vari
[Bmg 2003]
L'imperdibile doppia soundtrack del quarto film di Muccino

 




                     di Paolo Boschi


Ecco fatto
Come te nessuno mai
L'ultimo bacio
Ricordati di me - Presentazione
Ricordati di me - Recensione
Ricordati di me - Colonna sonora
La ricerca della felicità
Sette anime
Baciami ancora


Il rapporto tra i film di Gabriele Muccino e le relative colonne sonore, almeno stando a L’ultimo bacio (marcato dall’omonima hit di Carmen Consoli con i suoi “violini suonati dal vento”), è un fil rouge che va oltre il classico concetto di accompagnamento musicale di una storia narrata per immagini. E la doppia soundtrack di Ricordati di me (due cd venduti al prezzo di uno) non si sottrae alla regola: anche la colonna sonora dell’ultimo film del giovane regista romano ha infatti le caratteristiche per diventare un piccolo caso indipendente dalla propria fonte cinematografica. A partire dalla complessa struttura, innanzi tutto: un album-compilation che accorpa diciassette brani che svariano tra passato e presente, frantumati in una vera e propria babele di generi; il secondo cd raccoglie invece le musiche originali composte da Paolo Buonvino per il quarto film diretto da Muccino, compresi i brani Ali Baba (pseudo-sigla TV scritta da Sabina Impacciatore e cantata da Enrico Silvestrin) e Christmas Song, che contrappunta la scena finale. Ma il Leitmotiv del film è indubbiamente il brano d’apertura del primo album, la struggente cover di Almeno tu nell’universo di Elisa, l’indimenticabile successo di Mia Martini, qui reinterpretata da cantante di Monfalcone in punta di voce su arrangiamento minimale. A ruota Muccino ha selezionato un discreto numero di classici della canzone d’autore, qualche hit contemporanea, alcuni inediti a sorpresa ed anche varie chicche di difficile reperibilità: è il caso ad esempio della deliziosa Waster dei Gomez, tre minuti di rock assolutamente contagioso contenuto però nell’ormai introvabile EP Machism. Ricordati di me presenta anche un paio di raffinate gemme degli anni Sessanta, rispettivamente Sabor a mi di Mina (1964) ed il fascino fuori dal tempo di Des ronds dans l’eau di Françoise Hardy (1967). L’effervescente compilation del primo disco si completa con l’intensa La parte migliore di me di Marina Rei, un paio di canzoni di Pacifico (Il faraone e l’inedita title track), l’hit Look at me di Geri Halliwell, l’intrigante Fire di Mousse T featuring Emma Lanford, l’intramontabile Anna e Marco di Lucio Dalla, la sinuosa Fake is the new real di Imani Coppola, l’inedita Ange deçu di Lina, l’intrigante Roda dei Gimmicks, il contagioso ritmo di Rude boy rock dei Lionrock. Da segnalare anche l’ombrosa Killer degli Zoo di Venere, Having some fun by Coda e la deliziosa Credo di Orfeo. Nel complesso una colonna sonora assolutamente da non perdere.

AA.VV., Ricordati di me [Bmg 2003]

Voto 7½ 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner