partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Orlando, my political biography
Regia di Paul B. Preciado
Full Time
Regia di Eric Gravel
A white white day
Un film di Hlynur Pàlmason
Minari
Di Lee Isaac Chung
Tutti pazzi per Yves
Regia di Benoît Forgeard
Lacci
Regia di Daniele Lucchetti
Roubaix, une lumière
Regia di Arnaud Desplechin
Parasite
Di Bong Joon-Ho
Il lago delle oche selvatiche
di Yi’nan Diao
Memories of Murder
Regia di Bob Joon-Ho

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  25/04/2024 - 13:58

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


Il cuore grande delle ragazze
Regia di Pupi Avati
Cast: Cesare Cremonini, Micaela Ramazzotti, Gianni Cavina, Andrea Roncato, Erika Blanc, sydne Rome; commedia; Italia; 2011; C.

 




                     di Paolo Boschi


Il cuore altrove
Ma quando arrivano le ragazze?
La seconda notte di nozze
La cena per farli conoscere
Il nascondiglio
Gli amici del Bar Margherita
Il figlio più piccolo
Una sconfinata giovinezza
Il cuore grande delle ragazze


Una parte del cuore di Pupi Avati, si sa, continua felicemente a battere negli anni Trenta, nella ruspante campagna della  sua provincia d'origine, un tempo ridente, idilliaco e inconsapevolmente naïf nonostante la dittatura fascista. La scena è quella di una casa di contadini, i Vigetti, che hanno tre figli: il piccolo Edo (la voce narrante della storia), la sorella Sultana (che vive reclusa in camera in attesa delle mestruazioni tardive) e il giovane Carlino, il latin lover del paese. I Vigetti sono affittuari degli Osti, avidi proprietari terrieri con due figlie leggermente attempate da maritare. Il buon Carlino, in cerca di una soluzione all'imminente sfratto della famiglia Vigetti, viene convinto dal padre a sacrificarsi per colmare la ‘lacuna’ dei padroni di casa, magari guadagnandoci una moto nuova di zecca. Comincia così un periodo prestabilito di trenta giorni di corteggiamento in cui Carlino dovrà decidere quale delle due zitelle impalmare; il problema è che in dirittura d'arrivo da Roma approda in casa Osti la bellissima Francesca, figlia di primo letto della moglie del vecchio (e laidissimo) Osti che egli stesso ha voluto adottare. Manco a dirlo Carlino se ne innamora a prima vista, felicemente ricambiato grazie all'indispensabile apporto del suo alito aromatizzato al biancospino. L'affare matrimoniale scricchiola immediatamente ma resta in piedi grazie alla ferrea volontà della ragazza che, nonostante avrebbe potuto avere i migliori partiti della capitale, è fermamente decisa a convolare a nozze con uno spiantato come Carlino. La storia è tutta qui, leggera come una pioggia estiva, naturale come le irresistibili alitate al biancospino di Cesare Cremonini, ex leader dei Lunapop felicemente convertito al grande schermo dopo la prova non indimenticabile del 2002 con Un amore perfetto. Lo aiutano nell'operazione una Micaela Ramazzotti davvero perfetta per la parte, e la consueta galleria di personaggi di provincia che avevamo visto l'ultima volta ne Gli amici del bar Margherita. È Il cuore grande delle ragazze, una commedia godibile ed immediata sui bei tempi andati del ventennio di provincia.

Il cuore grande delle ragazze, regia di Pupi Avati, con Cesare Cremonini, Micaela Ramazzotti, Gianni Cavina, Andrea Roncato, Erika Blanc, sydne Rome; commedia; Italia; 2011; C.; dur. 85’

Voto 7+ 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner