partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Orlando, my political biography
Regia di Paul B. Preciado
Full Time
Regia di Eric Gravel
A white white day
Un film di Hlynur Pàlmason
Minari
Di Lee Isaac Chung
Tutti pazzi per Yves
Regia di Benoît Forgeard
Lacci
Regia di Daniele Lucchetti
Roubaix, une lumière
Regia di Arnaud Desplechin
Parasite
Di Bong Joon-Ho
Il lago delle oche selvatiche
di Yi’nan Diao
Memories of Murder
Regia di Bob Joon-Ho

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  25/04/2024 - 12:10

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


La seconda notte di nozze
Regia di Pupi Avati
Cast: Antonio Albanese, Neri Marcorè, Katia Ricciarelli, Angela Luce, Marisa Merlini; commedia; Italia; 2005; C.

 




                     di Paolo Boschi


Il cuore altrove
Ma quando arrivano le ragazze?
La seconda notte di nozze
La cena per farli conoscere
Il nascondiglio
Gli amici del Bar Margherita
Il figlio più piccolo
Una sconfinata giovinezza
Il cuore grande delle ragazze


Da sempre nella filmografia di Pupi Avati si mischiano con naturalezza i miti dei bei tempi andati, un soffio d’epos ed un pizzico di surreale, non a caso la sua ultima fatica dietro la macchina da presa è dedicata a tutti i bambini che hanno fatto una grande luce, come la piccola ispiratrice del magnifico e strano protagonista de La seconda notte di nozze, saltata per aria su una bomba mentre cercava di pedalare su una vecchia bicicletta senza copertoni in mezzo ad un campo. Esattamente come il buon vino, anche il cinema dell’autore di Regalo di Natale, pur invecchiando, spesso e volentieri continua a offrire ottimi sapori, come nel caso de La seconda notte di nozze, in cui Avati ha assortito in un cast del tutto inedito Antonio Albanese, Neri Marcorè e l’esordiente Katia Ricciarelli. Si tratta di un’efficace ricostruzione d’epoca di uno dei periodi più densi della storia nazionale, un tuffo nell’Italia disastrata ed affamata dell’immediato dopoguerra. La seconda notte di nozze prende avvio a Bologna mostrandoci la vita di Nino, un giovane che vive di mille espedienti – spesso ai margini della legalità – insieme alla madre Lilliana, in gravi difficoltà economiche e con qualche irrealizzabile sogno di celluloide nel cassetto. Le cose cambiano quando Giordano, il fratello del defunto marito di Lilliana, risponde ad una lettera disperata della cognata invitando i due nella masseria di famiglia di Torre Canne, in Puglia. Giordano con indefessa tenacia è impegnato nell’opera di sminamento dei campi di Torre Canne, e nessuno si oppone alla sua pericolosa occupazione perché tutti continuano a ritenerlo un malato di mente per certi suoi turbamenti emotivi giovanili che neppure gli elettroshock erano riusciti a curare. In realtà fin da bambino Giordano è fissato in un indecifrabile desiderio amoroso per la cognata, desiderio fortemente riacceso dall’inattesa missiva di Lilliana. Nino, appreso di avere uno zio potenzialmente facoltoso da sfruttare, organizza la trasferta, forza la mano alla madre riottosa, approda in quel di Torre Canne, si vede offerta ospitalità dal parente ritrovato, quindi si vede scacciato dalle anziane zie che sorvegliano la semplicità di Giordano, ostinato nell’accogliere il nipote e l’amata di sempre nella sua casa, nei suoi poderi, nella sua fabbrica di confetti. La ritrovata serenità non limiterà lo spirito truffaldino del giovane, mentre indurrà gradualmente la vedova a riaccompagnarsi al generoso cognato. Una delizia filmica fuori dal tempo, con un protagonista davvero difficile da dimenticare.

La seconda notte di nozze, regia di Pupi Avati, con Antonio Albanese, Neri Marcorè, Katia Ricciarelli, Angela Luce, Marisa Merlini; commedia; Italia; 2005; C.; dur. 1h e 43’

Voto 7/8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner