partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Mangasia
Wonderlands Of Asian Comics
Lucca Comics & Games
Anno 51
Radio e fumetti
I Sociopatici a Lucca Comics
Universo Simpson
Una festa per l’arrivo sul grande schermo
40 anni con Mafalda
La bimba protestataria festeggia 4 decadi
Hulk: Movie Adaptation
Marvel Miniserie # 51
X-Men 2
Il film a fumetti
Martin Mystère Extra # 25
Generazioni
L'Uomo Ragno # 1
Le origini
Spider-Man: Blue
Marvel Miniserie N. 45

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  18/12/2017 - 17:26

 

  home>strips > eventi

Scanner - strips
 


Introducing... Ultimates!
Super Umano
Bimestrale, pp. 64 [Marvel Italia]
L'ultima ultimate-chicca dal premiato duo Millar & Hitch

 




                     di Paolo Boschi


Ultimate Spider-Man
Ultimate X-Men
Ultimate Marvel Team Up
Ultimates


Ribadiamo, se mai ve ne fosse il bisogno, un concetto ben noto ad ogni Marvel-fan: l'universo Ultimate è una gran bella idea perché consente di giocare con l'intricatissima continuity Marvel e rivivere le origini alternative ed i primi passi di supereroi dalla storia stratificata ed ormai iscritti a caratteri cubitali nel fumetto americano. La serie apripista, firmata da Brian Michael Bendis in cabina di sceneggiatura e Mark Bagley sul fronte grafico, è stata "Ultimate Spider-Man", un must assoluto dell'anno scorso che ha tracciato la via ad "Ultimate X-Men" ed ai primi esempi a tempo determinato di "Ultimate Team-up". Come ogni lettore di fumetti Marvel si può immaginare, in un universo supereroistico come quello Ultimate - elaborato a sommo studio per riattualizzare le origini degli personaggi più amati – non poteva mancare il supergruppo Marvel per definizione, ovvero i potenti Vendicatori, ribattezzati autarchicamente Ultimates, per quanto si tratti a tutti gli effetti di una sorta di Ultimate Avengers: per ricrearli è stato chiamato il talentuoso sceneggiatore Mark Millar, coadiuvato graficamente dalle matite di Bryan Hitch, il cartoonist britannico autore del fumetto cult “Authority”. Il risultato, come si può intuire dagli Ultimate X-Men di Millar, è un’intrigante amalgama di novità e tradizione. A differenza dei Vendicatori ‘regolari’ il gruppo degli Ultimates è infatti un progetto militare autorizzato dal Governo degli Stati Uniti ed affidato all’abilità organizzativa di Nick Fury, neo-direttore dello S.H.IE.L.D e molto diverso dal Nicholas Fury originale, col quale condivide il classico caratteraccio da vecchio soldato e la benda sull’occhio sinistro: per il resto il Fury-Ultimate sfoggia pizzetto, cranio lucido e un volto decisamente ispirato a Samuel L. Jackson. Per rispondere all’esigenza di proteggere gli States da qualsivoglia tipo di minaccia superumana, il direttore della supersegreta agenzia spionistica statunitense ha trovato la soluzione ideale: invece di spendere in costosi armamenti, costituire un supergruppo con Capitan America, Iron Man, Thor, Hulk, Giant-Man e Wasp. Protagonista assoluto del primo numero, intitolato Superumano, è per l’appunto il buon vecchio Cap, ripreso in azione durante la seconda guerra mondiale, impegnato in una missione ad alto rischio - un’avventura che ricorda lo sbarco in Normandia oggetto di Salvate il soldato Ryan di Steven Spielberg -. Il Capitan America tratteggiato da Millar & Hitch è un vero e proprio supersoldato, con un costume, un equipaggiamento ed un atteggiamento decisamente più militarizzato: è l’ultima avventura, intensa da mozzare il fiato, del Cap in versione bellica prima d’essere ripescato ai giorni nostri. Nella seconda storia contenuta nel primo numero, Grande, comincia a mettersi in moto il progetto coordinato da Nick Fury ed appaiono quasi tutti gli attori della nuova serie: un Tony Stark (Iron Man, decisamente più robotico ed hi-tech) frivolo e disincantato, un Bruce Banner (Hulk) sempre timidissimo ma con un atteggiamento più rilassato verso il suo alter ego dalla pelle verde, una Janet Van Dyne (Wasp) curiosamente eletta a scienziata e genio dei computer, un Henry Pym (Giant Man) geniale e controverso come sempre. Nell’organico degli Ultimates arriverà molto presto anche un mitico Thor meno divino (ma più visionariamente New Age) del solito. Che dire? I presupposti ci sono e tutto pare funzionare già da questi primi fuochi fumettistici.

Ultimates n. 1, Super Umano, bimestrale, pp. 64 [Marvel Italia]

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner