partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Full Time
Regia di Eric Gravel
A white white day
Un film di Hlynur Pàlmason
Minari
Di Lee Isaac Chung
Tutti pazzi per Yves
Regia di Benoît Forgeard
Lacci
Regia di Daniele Lucchetti
Roubaix, une lumière
Regia di Arnaud Desplechin
Parasite
Di Bong Joon-Ho
Il lago delle oche selvatiche
di Yi’nan Diao
Memories of Murder
Regia di Bob Joon-Ho
1917
Regia di Sam Mendes

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  01/10/2022 - 19:44

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


Generazione 1000 euro
Regia di Massimo Venier
Cast: Alessandro Tiberi, Valentina Lodovini, Carolina Crescentini, Paolo Villaggio, Natalino Balasso, Francesco Mandelli, Francesco Brandi, Francesca Inaudi, Roberto Citran; commedia; Italia; 2009; C.

 




                     di Paolo Boschi


Tre uomini e una gamba
Così è la vita
Chiedimi se sono felice - Presentazione
Chiedimi se sono felice - Recensione
La leggenda di Al, John e Jack
Tu la conosci Claudia?
Generazione 1000 euro


Qual è la generazione 1000 euro? Assortisce ragazzi senza un futuro ben definito, privi di certezze sul lavoro, incapaci di elaborare un progetto di vita che vada più in là della fine del mese, meno che mai di pensare ad una famiglia. Così vanno le cose nella nostra ridente repubblica a forma di stivale e fondata sul lavoro, ma in cui i giovani spesso sono precari, talvolta disoccupati, sempre e comunque sfruttati dal sistema. In questo film ispirato dall'omonimo romanzo il regista e co-sceneggiatore Massimo Venier con i toni a lui congeniali della commedia scatta una fotografia generazionale di quattro tipici trentenni di oggi che vivono a Milano, ognuno dei quali ha elaborato una diversa strategia per affrontare lo sconfortante scenario nazionale: il protagonista Matteo ha una laurea di matematica in tasca e insegna con fervore tale disciplina nelle aule universitarie da cultore della materia (non retribuito) ma si mantiene facendo un lavoro che non gli piace in un'azienda che sta per licenziarlo; il suo migliore amico e coinquilino Francesco invece è un cinefilo che fa l'operatore in un cinema ed affronta i problemi economici semplicemente aumentando i turni di lavoro; poi c'è Beatrice, sfortunatissima docente precaria di latino e greco che va a vivere con Matteo e Francesco, una che è disposta a qualunque sforzo per insegnare e ci mette tutti i sentimenti; infine c'è il nuovo capo di Matteo, ovvero Angelica, bella e impossibile, sempre pronta a fiutare nell'aria imminenti riassetti aziendali e scegliere di conseguenza la squadra migliore, restando sempre in piedi. Il film prende avvio con Matteo alle prese con una giornata "no" per definizione: il contratto di lavoro a tempo determinato in scadenza e senza speranze di conferma, la storica fidanzata che chiede una pausa di riflessione, un coinquilino moroso che non vuole saperne di contribuire all'affitto, e un pezzo di pavimento che sprofonda nel piano di sotto. Tutto cambia nei giorni successivi con l'arrivo in casa di Beatrice - nonostante la regola aurea di Matteo e Francesco vieti l'ingresso di coinquiline femmine - e un pessimo clima di competizione che s’instaura in ufficio. In breve il giovane protagonista si troverà costretto per la prima volta nella vita a riflettere sul proprio futuro e ad operare scelte decisive. Nel complesso ne esce fuori una gradevole commedia dai risvolti sociali che spesso diverte e talvolta fa pensare, una sorta di incrocio tra Santa Maradona e Tutta la vita davanti ma con un pizzico di freschezza in meno. Di notevole da segnalare c'è anche una battuta che cattura a meraviglia l'essenza della cosiddetta generazione 1000 euro: "Qualcosa ci inventiamo", ovvero la rielaborazione contemporanea dell'arte tutta italiana di arrangiarsi nonostante le avversità di oggi, in un quadro sconfortante nel quale i figli stanno decisamente messi peggio rispetto ai padri. Buona la prova del cast, in cui spiccano una naturalissima Valentina Lodovini ed il cammeo del vecchio Paolo Villaggio. Da vedere.

Generazione 1000 euro, regia di Massimo Venier, con Alessandro Tiberi, Valentina Lodovini, Carolina Crescentini, Paolo Villaggio, Natalino Balasso, Francesco Mandelli, Francesco Brandi, Francesca Inaudi, Roberto Citran; commedia; Italia; 2009; C.; dur. 1h e 41'

Voto 7 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner