partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Il Posto, Il mio posto è qui,
Due film in sala a Firenze
Orlando, my political biography
Regia di Paul B. Preciado
Full Time
Regia di Eric Gravel
A white white day
Un film di Hlynur Pàlmason
Minari
Di Lee Isaac Chung
Tutti pazzi per Yves
Regia di Benoît Forgeard
Lacci
Regia di Daniele Lucchetti
Roubaix, une lumière
Regia di Arnaud Desplechin
Parasite
Di Bong Joon-Ho
Il lago delle oche selvatiche
di Yi’nan Diao

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  15/07/2024 - 19:37

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


Chiedimi se sono felice
Regia di Aldo, Giovanni, Giacomo e Massimo Venier
Cast: Aldo, Giovanni e Giacomo, Marina Massironi, Antonio Catania, Giuseppe Battiston, Silvana Fallisi; commedia; Italia; 2000; C
Scanner Special Aldo, Giovanni e Giacomo

 




                     di Paolo Boschi


Tre uomini e una gamba
Così è la vita
Chiedimi se sono felice - Presentazione
Chiedimi se sono felice - Recensione
La leggenda di Al, John e Jack
Tu la conosci Claudia?
Il cosmo sul comò
La banda dei Babbi Natale


Dato che non c'è due senza tre ed i riscontri miliardari al box office delle due precedenti pellicole parlano chiaro, il popolare trio Aldo, Giovanni e Giacomo ripropone con Chiedimi se sono felice ancora una storia incentrata sull'amicizia. I tre comici anche nel terzo film si avvalgono della collaborazione, dietro la macchina da presa, del fidato Massimo Venier e dell'apporto recitativo della loro musa, la simpatica e brava Marina Massironi. Chiedimi se sono felice si presenta come un film più ambizioso, almeno sotto il versante narrativo, rispetto a Tre uomini e una gamba e Così è la vita: è la voce narrante di Aldo a svelarci una storia che si alterna di continuo tra un presente on the road verso la Sicilia, nel quale Aldo, Giovanni e Giacomo sono separati da un'indifferenza rancorosa, ed un passato milanese, caratterizzato da una grande e spontanea amicizia tra i tre protagonisti. In un flashback apprendiamo che il comune sogno artistico dei tre eterni ragazzi è quello di mettere in scena la loro versione del Cyrano de Bergerac. In realtà Aldo, Giovanni e Giacomo sono ben lontani dall'aver sfondato nel mondo dello spettacolo, anzi, i loro campi d'impiego sono i più marginali che si possano immaginare: Aldo lavora come comparsa (molto estemporanea) nelle rappresentazioni liriche alla Scala, Giacomo fa il doppiatore di personaggi pressoché inesistenti di pessimi telefilm, e infine Giovanni, quello ridotto peggio, fa la statua vivente ai grandi magazzini. Irrealizzati sotto il versante professionale, i tre non sono messi meglio in ambito sentimentale: Aldo, pur fidanzatissimo con Silvana - Silvana Fallisi, sua moglie nella realtà -, appiccicosa come una cozza, è un impenitente ed atipico latin lover ed utilizza Giacomo (sempre in cerca del grande amore) per troncare con l'ennesima fiamma di turno. Giovanni è invece un timido romantico, che finisce per innamorarsi di una hostess conosciuta per caso: una relazione che finirà per causare indirettamente la fine del sodalizio artistico e dell'amicizia dei tre protagonisti, che inizia a prendere velocità incessantemente precipitando per un piano inclinato verso la catastrofe, e proprio quando la rappresentazione del capolavoro di Rostand era in dirittura d'arrivo. Se l'amore, quando ci mette, sa essere veramente bastardo, è anche vero che il tempo spesso è galantuomo: tre anni dopo non a caso ritroveremo i tre insieme sotto il torrido sole della Sicilia per il loro ultimo decisivo incontro, sospeso fino in fondo tra la rottura definitiva e l'happy ending d'obbligo. Noi spettatori ci arriveremo, ridendo e scherzando con i tre affiatati comici, solo per assistere al ribaltamento della prospettiva iniziale. Chiedimi se sono felice è una commedia, divertente quanto esile, che acquista mordente in progressione: Aldo, Giovanni e Giacomo, tutti in gran forma, continuano ad intrigare con la loro comicità delle piccole cose, costruita intorno ai normali problemi della gente comune. Degni di segnalazione almeno due camei: del primo è protagonista Antonio Catania in veste di vigile, impegnato con due colleghi in una tirata sfida notturna di basket in pieno centro; del secondo Giuseppe Battiston, nei panni di un improbabile ed emotivo ladro per caso. Protagonista della gran parte della colonna sonora è il cantautore bolognese Samuele Bersani.

Chiedimi se sono felice, regia di Aldo, Giovanni, Giacomo e Massimo Venier, con Aldo, Giovanni, Giacomo, Marina Massironi, Antonio Catania, Giuseppe Battiston, Silvana Fallisi; commedia; Italia; 2000; C.; dur. 1h e 40'

Voto 7½ 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner