partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Il Posto, Il mio posto è qui,
Due film in sala a Firenze
Orlando, my political biography
Regia di Paul B. Preciado
Full Time
Regia di Eric Gravel
A white white day
Un film di Hlynur Pàlmason
Minari
Di Lee Isaac Chung
Tutti pazzi per Yves
Regia di Benoît Forgeard
Lacci
Regia di Daniele Lucchetti
Roubaix, une lumière
Regia di Arnaud Desplechin
Parasite
Di Bong Joon-Ho
Il lago delle oche selvatiche
di Yi’nan Diao

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  16/07/2024 - 02:18

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


Chéri
Regia di Stephen Frears
Cast: Michelle Pfeiffer, Kathy Bates, Rupert Friend, Felicity Jones, Frances Tomelty, Anita Pallenberg; sentimentale; Gran Bret./Germ.; 2009; C.

 




                     di Paolo Boschi


The Hi-Lo Country
Alta fedeltà
Liam
Piccoli affari sporchi
Lady Henderson presenta
The Queen - La regina
Chéri
Tamara Drewe - Tradimenti all'inglese


Ad oltre vent’anni da Le relazioni pericolose, tratto dall’omonimo romanzo di Pierre Choderlos de Laclos, il regista britannico Stephen Frears torna a cimentarsi con una fonte letteraria d’Oltralpe, sintetizzando in un sol colpo due romanzi della scrittrice francese Colette, Chéri e La fine di Chéri, ed affidando il ruolo della protagonista alla splendida Michelle Pfeiffer, che aveva già diretto proprio nel 1988 nel film sopra citato. La storia, ambientata a Parigi all’inizio del secolo scorso, è incentrata su un irresistibile amore intergenerazionale: siamo in un periodo culturalmente effervescente come la Belle èpoque e nella rutilante vita della capitale francese figurano le cosiddette cortigiane, prostitute d’alto bordo che sono solite intrattenere i rampolli della nobiltà o divenire amanti di principi e duchi. Una delle migliori professioniste del settore è la splendida Léa De Lonval, matura ma ancora affascinante e bellissima. Proprio quando Léa ha da poco chiuso una lunga relazione con l’ultimo di una sterminata serie di amanti, una sua vecchia collega, Madame Péloux, le chiede il favore di parlare con il viziato figlioletto, detto Chéri, per strapparlo alle sue inconcludenti abitudini e prepararlo alla vita adulta: l’idea di Léa sarebbe di svezzare il ragazzo e divertirsi per qualche settimana, invece tra i due nasce una profonda e duratura passione nonostante la ragguardevole distanza anagrafica che li separa. Sei anni dopo la loro relazione giunge però all’inevitabile conclusione quando il ragazzo giocoforza si ritrova a sposare una ragazza molto facoltosa e più giovane di Léa, inevitabilmente indirizzata sul viale del tramonto. L’inizio della vita matrimoniale rappresenterà per il giovane anche la scoperta della reale natura della sua relazione con Léa: tagliare i ponti con lei si rivelerà un’impresa più ardua del previsto (lo stesso avverrà d’altra parte alla matura protagonista). Stephen Frears regala all’affezionato pubblico la solita impeccabile e raffinata ricostruzione d’epoca con una storia d’amore dolceamara, in costante alternanza tra leggerezza e nostalgia: in Chéri si avverte il peso del tempo che scorre inesorabile davanti ad una passione senza d’uscita cui resistere risulta comunque impossibile. Da segnalare la prova complessiva del cast, in cui accanto alla bravissima protagonista si distinguono una perfida Kathy Bates ed un ombroso Rupert Friend. Da vedere.

Chéri, regia di Stephen Frears, con Michelle Pfeiffer, Kathy Bates, Rupert Friend, Felicity Jones, Frances Tomelty, Anita Pallenberg, Harriet Walter, Iben Hjejle, Toby Kebbell, Rollo Weeks; sentimentale; Gran Bret./Germ.; 2009; C.; dur. 1h e 40’

Voto 7½ 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner