partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Il Posto, Il mio posto č qui,
Due film in sala a Firenze
Orlando, my political biography
Regia di Paul B. Preciado
Full Time
Regia di Eric Gravel
A white white day
Un film di Hlynur Pŕlmason
Minari
Di Lee Isaac Chung
Tutti pazzi per Yves
Regia di Benoît Forgeard
Lacci
Regia di Daniele Lucchetti
Roubaix, une lumičre
Regia di Arnaud Desplechin
Parasite
Di Bong Joon-Ho
Il lago delle oche selvatiche
di Yi’nan Diao

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  16/06/2024 - 12:08

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


Il voto č segreto
Regia di Babak Payami
Cast: Nassim Abdi, Cyrus Abidi, Yossef Habashi; commedia; Iran/Ita./Can./Sviz.; 2001; C.

 




                     di Luca Rotella


I premi di Venezia 2001
L'amore probabilmente
Dust - Polvere
Training Day
La maledizione dello scorpione di giada
A.I. - Intelligenza Artificiale
Il voto č segreto
The others
Luce dei miei occhi


Dal cielo cade un'urna elettorale e si abbatte su uno scorcio desolato dell'Iran, a pochi metri di distanza da un soldato di spiaggia che vigila armato di fucile. Poco dopo ecco arrivare l'agente elettorale, una tenace ragazza, intenta a raggiungere i paesini più nascosti per convincere i cittadini ad esprimere il proprio voto. La giovane donna coinvolge nella sua missione lo sprovveduto soldato che come tutti gli altri pare ignorare l'indizione stessa delle elezioni. Attraverso i concetti di libertà d'espressione, democrazia e rappresentanza diretta ammonisce il rozzo militare che si mostra più incline a mezzi sbrigativi e semplici. E' l'inizio di un road movie che è soprattutto una feroce satira verso il meccanismo delle elezioni nella sua più totale generalità: l'inerzia dei cittadini, l'assente coscienza politica, il voto barattato, gli inevitabili ostacoli burocratici appartengono sia all'Iran che a tutto il mondo occidentale. L'ambientazione scelta da Babak Payami, reduce dal successo di Yek rouz bishtar - presentato al Festival di Berlino 2001 - consente però di unire a queste corrosive "denunce" un lirismo delicato e struggente. La macchina da presa si concede molte riprese panoramiche e spesso l'oro della sabbia si fonde nell'azzurro del cielo attraverso una composizione figurativa particolarmente accurata. Il deserto iraniano è anche lo sfondo perfetto per arricchire la pellicola con simboli e metafore; ecco spuntare, senza motivo, un semaforo che è sempre rosso e che fa ribaltare la sfera etica dei suoi personaggi, l'agente elettorale per raccogliere più voti vuole trasgredire il codice stradale, a differenza del soldato, che invece attende il verde proprio perché istruito precedentemente dalla ragazzina circa i diritti e i doveri. Il voto è segreto non rinuncia a tratteggiare anche l'aspetto umano dei suoi due protagonisti, che per un giorno sono così vicini superando le rispettive solitudini e imparando qualcosa di nuovo dalla vita. La giovane donna soprattutto conoscerà l'amarezza, la delusione e conoscerà direttamente sottomissioni e difficoltà dell'universo femminile. La fine della giornata segna però la chiusura di questo incontro poiché l'intraprendente agente elettorale verrà prelevata da un gigantesco aereo, atterrato proprio in mezzo al deserto. Al povero soldato non resta che veder allontanarsi gradualmente quella figura femminile che ha caratterizzato quella sua "giornata particolare".

Il voto è segreto - Raye makhfi, regia di Babak Payami, con Nassim Abdi, Cyrus Abidi, Yossef Habashi; commedia; Iran/Ita./Can./Sviz.; 2001; C.; dur. 1h e 45'

Voto 9 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner