partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


The Amazing Spider-Man
Regia di Marc Webb
Lanterna Verde
Regia di Martin Campbell
Captain America: Il primo vendicatore
Regia di Joe Johnston
Thor
Regia di Kenneth Branagh
X-Men - Le origini: Wolverine
Regia di Gavin Hood
Watchmen
Regia di Zack Snyder
Iron Man
Regia di Jon Favreau
Hulk
Regia di Ang Lee
Daredevil. The Movie
Regia di Mark Steven Johnson
Nella Tela del Ragno
Dal fumetto al grande schermo

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  17/12/2018 - 20:23

 

  home>cinema > fumetti

Scanner - cinema
 


Hulk
Regia di Ang Lee
Cast: Eric Bana, Jennifer Connelly, Sam Elliott, Nick Nolte; azione/fantastico; Usa; 2003; C.
Il golia verde approda sul grande schermo

 




                     di Paolo Boschi


All'inizio, come spesso accade nelle traslazioni dai Marvel Comics al grande schermo, c'era un supereroe per caso, concepito da Stan Lee e Jack Kirby nel 1962 ed ovviamente dotato dei superproblemi divenuti il marchio di fabbrica della casa delle idee: Bruce Banner, scienziato in forza all'U.S. Army, per salvare un avventato ragazzo rispondente al nome di Rick Jones dall'esplosione di una bomba Gamma sperimentale nel deserto, finì per esporsi ad una dose letale di raggi Gamma. Sopravvissuto, Banner scoprì a sue spese che le radiazioni gamma incamerate, in sintonia con le proprie emozioni, sfociavano in una mostruosa metamorfosi che trasformava l'uomo in un colosso superforte col passare del tempo sempre più incontrollabile, prima caratterizzato da una pigmentazione grigia, successivamente verde. Le origini fumettistiche del personaggio rileggono in chiave contemporanea La strana storia del Dr. Jekyll e di Mr. Hyde di Robert Louis Stevenson, aggiungendo il richiamo attualizzante delle radiazioni, onnipresente nei principali eroi della Marvel anni Sessanta - i raggi cosmici dei Fantastici Quattro, il ragno radioattivo dell'Uomo Ragno, l'isotopo radioattivo che rende cieco Devil acutizzando gli altri sensi e dotandolo di un senso radar, e gli X-Men, nati con un bagaglio cromosomico diversificato dalle radiazioni, tanto per citare i maggiori -. In Hulk Ang Lee ha offerto una rilettura del personaggio assai ricca d'immaginazione, estremamente vivace sotto il profilo visivo, ma in buona sostanza filologicamente scorretta: per realizzare questo blockbuster di marca fantastica da 120 milioni di dollari di budget Ang Lee ha abbandonato la genesi 'nucleare' per la genetica, miscelando il tutto con dosi massicce di computer graphic (con una grossa mano degli specialistici dell'Industrial Light & Magic) e di tragedia greca. Per realizzare graficamente il mostro verde dapprima si è pensato a catturare espressioni e movimenti di Eric Bana puntando ad una rappresentazione abnorme ed esasperata del semisconosciuto protagonista australiano ma, dato che Ang Lee non era soddisfatto del risultato, la banca-dati elettronica hulkiana è stata ampliata con corpi di culturisti, muscolature animali, addirittura i volti della bella Jennifer Connelly e del regista taiwanese: sorprendentemente materiali così eterogenei si sono armonizzati in modo convincente, offrendo un risultato che compete con il Gollum de Le due torri. L’autore del pluripremiato La tigre e il dragone ha riletto il golia verde ispirandosi alle ultime evoluzioni in chiave psicanalitica del personaggio, ipotizzando la chiave dell'insopprimibile ardore distruttivo di Hulk in un irrisolto rapporto col padre David Banner, ex scienziato e precursore delle ricerche di Bruce Banner. A prescindere delle spettacolari esplosioni di rabbia del pompatissimo mostro, l'intelaiatura tragica del film finisce inevitabilmente per appesantire la trama. I numerosi estimatori del colosso color smeraldo sono dunque avvertiti. Da segnalare un gustoso doppio cammeo che vede protagonisti Stan “The Man” Lee, il creatore del Marvel Universe negli anni Sessanta, e Lou Ferrigno, l’attore che prestò faccia e muscoli al famoso serial televisivo dedicato ad Hulk negli anni Ottanta. Secondo tradizione all’Hulk su celluloide è stato già affiancato l’immancabile videogame ed un’infinita serie di gadgets ludici.

Hulk (The Hulk), regia di Ang Lee, con Eric Bana, Jennifer Connelly, Sam Elliott, Nick Nolte; azione/fantastico; Usa; 2003; C.

In uscita in Italia il 29 agosto 2003

Voto 6/7 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner