partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Takashi Murakami
Il cane che guarda le stelle
Rotomago, Julien Noirel
Nyarlathotep
Violet
GG Studio
Stefano Fantelli
El Brujo Grand Hotel
Matt Kindt
Super Spy
Craig Thompson
Habibi
Davide Aicardi
Extinction Seed
Daniel Clowes
Wilson
Jean-Claude Götting
Il baule Sanderson
Uli Oesterle
Hector Umbra

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  01/10/2022 - 18:41

 

  home>strips > fumetti

Scanner - strips
 


Fantastic Four: 'Nuff said!
Anniversario
Mensile, pp. 52 [Marvel Italia]
La Marvel-famiglia per definizione

 




                     di Paolo Boschi


Serie capostipite della Marvel Comics, i Fantastici Quattro furono creati nel lontano 1961 dalla fantasia di Stan Lee e dall'estro grafico di Jack ("The King") Kirby. Le origini del fantastico quartetto risalgono ad un volo spaziale sperimentale, peraltro partito clandestinamente: l'equipaggio – composto dallo scienziato Reed Richards, dal pilota Ben Grimm, da Sue Storm (fidanzata di Reed) e da suo fratello Johnny – giunse in volo alle soglie dalla stratosfera, dove la navetta, priva di adeguate schermature, fu inondata da dosi massicce di radiazioni cosmiche. Reed, Ben, Sue e Johnny riuscirono a tornare fortunosamente a terra grazie al pilota automatico ma, appena usciti dalla navetta, scoprirono di essere cambiati. Il corpo di Reed (Mr. Fantastic) era infatti diventato straordinariamente elastico, Sue (la Donna Invisibile) poteva diventare invisibile, Johnny (la Torcia Umana) riusciva ad infiammarsi e volare, ed infine Ben (la Cosa) si era trasformato in un ammasso di roccia arancione dotato di forza incredibile, purtroppo in modo permanente. Nonostante non fossero entusiasti delle rispettive trasformazioni, i quattro decisero di fondare un gruppo, i Fantastici Quattro, mettendo i propri superpoteri al servizio dell'umanità, con base fissa a New York, nell’avveniristico Baxter Building (oggi al Four Freedom’s Plaza). In una carriera quarantennale hanno affrontato centinaia di supercriminali ed ogni sorta di minaccia, spesso su scala cosmica. L'idea di base dei FQ è che il gruppo è proprio una famiglia, con tutti i problemi e i cambiamenti inerenti ad una vera famiglia: nel corso degli anni Reed e Sue sono convolati a giuste nozze ed hanno avuto un figlio, Franklyn (dotato anche lui di incredibili poteri), mentre Johnny è passato da una ragazza all'altra e Ben ha sperato continuamente di recuperare il suo aspetto umano, spesso per scoprire che voleva essere comunque la Cosa – ma il problema, almeno per ora, è accantonato, dato che Grimm attualmente è in grado di trasformarsi nella sua versione rocciosa ad libitum –. Dopo gli eventi cruciali che hanno contrapposto il gruppo all’ennesima minaccia cosmica, l’onnipotente (in teoria) Abraxas, molte cose sono cambiate nella continuity Marvel: sono stati infatti riesumati il divoratore di mondi Galactus ed il suo ex araldo Silver Surfer e, per quanto concerne il privato degli FQ, Franklyn sembra aver perso per sempre i suoi poteri nel tentativo di riparare ai danni causati da Abraxas. E’ inoltre scomparsa Valeria, la figlia di Sue proveniente da una realtà alternativa, della quale (nell’ultima manifestazione degli straordinari poteri del fratello) la Donna Invisibile è adesso regolarmente incinta. Nel frattempo anche per la serie del fantastico quartetto è arrivata una storia tratta da ‘Nuff Said, l’evento silenzioso che ha coinvolto negli ultimi tempi gli sceneggiatori ed i disegnatori della casa delle idee. L’idea alla base di ‘Nuff Said consiste nel presentare storie completamente prive di dialoghi: quella relativa agli FQ, sceneggiata da Carlos Pacheco (disegnatore uscente) con Rafael Martin e disegnata da Tom Grummett, s’intitola Anniversario e presenta una tranquilla giornata della prima famiglia di supereroi dell’universo Marvel che, pagina dopo pagina, passerà in rassegna per l’ennesima volta la genesi del quartetto. L’albo si completa con un paio di chicche satiriche tratte da “Fantastic Four 50”: Com’è come non è, ovvero la fucina del fumetto Marvel secondo Carlos Pacheco, e Festa a sorpresa, un divertissement di sapore retro firmato da Fabian Nicieza e Steve Rude. In attesa del film in corso di realizzazione...

FANTASTICI QUATTRO N° 215, 'Nuff said!, mensile, pp. 52 [Marvel Italia]

Voto 7½ 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner