partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


La forma dell'acqua
Regia di Guillermo del Toro
IT
Regia di Andres Muschietti
Blade Runner 2049
Regia di Denis Villeneuve
War Dogs
Regia di Todd Phillips
Moonlight
Regia di Barry Jenkins
La La Land
Regia di Damien Chazelle
Lo chiamavano Jeeg Robot
Di Gabriele Mainetti
Suspiria
Di Dario Argento
Veloce come il vento
Regia di Matteo Rovere
Fuocoammare
Di Gianfranco Rosi

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  17/12/2018 - 19:48

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


Casino Royale
Regia di Martin Campbell
Cast: Daniel Craig, Judi Dench, Eva Green, Cécile De France, Giancarlo Giannini, Caterina Murino, Simon Abkarian, Jeffrey Wright, Claudio Santamaria; azione; U.S.A./Gran Bret.; 2006; C.

 




                     di Paolo Boschi


La leggenda di Zorro
Casino Royale
Fuori controllo
Lanterna Verde


Il mio nome è Bond, James Bond”: l’ormai celeberrima battuta di presentazione dell’agente 007 con licenza di uccidere, la spia letteraria più famosa di sempre, anche sul grande schermo, arriva soltanto alla fine di Casino Royale, che riattualizza con impeccabile rigore filologico il primo romanzo della famosa serie di Ian Fleming. La scelta di un Bond ‘classico’ non è casuale, perché di fatto si tratta di una sorta di anno zero della saga filmica, con il passaggio del testimone dall’ottimo Pierce Brosnan al nuovo volto dell’agente 007, ovvero Daniel Craig, diretto da Martin Campbell, già regista di Goldeneye, ovvero l’atto primo dell’era Brosnan. La storia racconta il passato remoto della spia britannica, che entra in scena in un prologo in bianco e nero in cui si guadagnerà il doppio zero del suo status di agente con licenza di uccidere, freddando appunto le sue due prime vittime – la prima in particolare la apprezziamo in flashback in una sequenza di ruvida violenza in cui mai avremmo immaginato di vedere impegnato James Bond (sicuramente non il Bond di Roger Moore) –. Una volta divenuto 007, Bond sarà inviato sulle tracce di tale Le Chiffre, implacabile banchiere senza scrupoli al servizio di organizzazioni terroristiche internazionali e segnato da un’inquietante disfunzione che gli fa lacrimare sangue dall’occhio sinistro. Il nostro protagonista è l’uomo ideale per assicurare Le Chiffre alla giustizia, essendo la spia dotata del maggior talento al tavolo di gioco: il geniale piano dei servizi segreti britannici per fermare il cattivo della situazione consiste infatti nel batterlo in un poker milionario in programma in Montenegro, al Casino Royale, appunto. Dato che le fiches di Bond sono garantite dai sudditi inglesi, il Tesoro britannico gli affianca Vesper Lynd, una splendida burocrate incaricata di consegnargli i fondi per giocare e di osservarne discretamente la condotta. Come sovente accade in simili situazioni, all’insofferenza iniziale si sostituirà un’ardente passione, che renderà il nostro agente segreto preferito più vulnerabile anche sotto il versante professionale. Con Casino Royale prende dunque avvio il regno di Daniel Craig, segnato da un ritorno allo spirito delle prime pellicole del popolare personaggio (quelle interpretate da Sean Connery, per intenderci). A conferma di tale linea, il film punta meno che in passato su effetti speciali altamente spettacolari a favore di un plot più intrigante, realistico e serrato. Nel cast più italico di sempre (oltre a Giancarlo Giannini, vi figurano anche Claudio Santamaria e Caterina Murino) corre l’obbligo di segnalare l’affascinante Eva Green. Uno dei migliori Bond di sempre.

Casino Royale, regia di Martin Campbell, con Daniel Craig, Judi Dench, Eva Green, Cécile De France, Giancarlo Giannini, Caterina Murino, Simon Abkarian, Jeffrey Wright, Claudio Santamaria; azione; U.S.A./Gran Bret.; 2006; C.; dur. 2h e 25’

Voto 7+ 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner