partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Via don Minzoni n.7
Regia di Andrea Caciagli
Wheel of fortune and fantasy
Di Hamaguchi Ryusuke
Visages, Villages
Di Agnès Varda e JR
Toscana a Cannes
Con Le Meraviglie
Ip Man - The Final Fight
Alle radici del kung fu
Django Unchained
L'ultimo Tarantino è spaghetti western
Il risveglio del fiume segreto
Il viaggio sul Po di Paolo Rumiz
Harry Potter: la fine della saga
Regia di David Yates
The Social Network
Regia di David Fincher
Robin Hood
Regia di Ridley Scott

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  25/04/2024 - 13:03

 

  home>cinema > anteprime

Scanner - cinema
 


K-19
Regia di Kathryn Bigelow
Cast: Harrison Ford, Liam Neeson, Joss Ackland, Peter Sarsgaard; Usa/Germ./Gran Bret.; 2002; C.

 




                     di Paolo Boschi


Point Break
Strange Days
Il mistero dell'acqua
K-19
The Hurt Locker


Motivi di curiosità per azzardare la visione di K-19 senza dubbio sussistono. In primo luogo perché trattasi del primo film hollywoodiano di marca bellica (o pseudobellica) giocato integralmente dalla prospettiva dei russi. In secondo luogo perché diretto da Kathryn Bigelow, cineasta americana con l’hobby di realizzare action movies di culto, quali Point Break o Strange Days. La storia alla base di K-19 è ispirata ad un fatto realmente accaduto all’apice della guerra fredda tra Usa e Urrs, e solo recentemente reso di dominio pubblico: nel 1961, in piena corsa agli armamenti per assicurarsi la piazza di superpotenza egemone nel mondo, i russi hanno appena realizzato un prototipo di sottomarino nucleare denominato appunto K-19, non ancora testato a fondo e dunque potenzialmente pericoloso per l’equipaggio. La logica promozionale impone però che il nuovo mezzo entri in azione il prima possibile, cominciando a pattugliare le coste atlantiche degli Stati Uniti per mettere sotto pressione l’amministrazione Kennedy con l’ultimo spauracchio ultratecnologico della serie. Il capitano Mikhail Polenin, principale responsabile del progetto, viene rimosso dall’incarico semplicemente per aver espresso dubbi giustificati sull’opportunità di rendere subito operativo il sottomarino di nuova generazione, stimandolo invece bisognoso di un collaudo più approfondito: il suo posto viene rilevato dal rigido capitano Alexei Vostrikov, che spinge immediatamente il K-19 al limite della sua possibilità e si posiziona al largo di New York. Come prevedibile i numerosi segni di cattivo auspicio cbe avevano accompagnato il varo del sommergibile si materializzeranno in un’avaria al reattore atomico che rischierebbe di causare un’esplosione nucleare: eventualità che sarebbe interpretata senza dubbiocome un atto di aggressione verso l’America e dunque potrebbe innescare il terzo conflitto mondiale. Per scongiurare tale pericolo molti volontari non esiteranno a sacrificarsi per riparare il guasto esponendosi a dosi letali di radiazioni per il bene supremo dello stato. Vagamente assonante a Caccia a ottobre rosso, K-19 presenta le venature claustrofobiche di U-boot 96 e riattinge al modulo delle schermaglie tra ufficiali di Allarme rosso ma, nel complesso, si tratta di una pellicola di genere nella media del più recente U-571 e, dunque, lontana anni luce dal cinema della Bigelow. I numerosi fans dell’ex signora Cameron sono avvertiti...

K-19 - K-19: The Widowmaker, regia di Kathryn Bigelow, con Harrison Ford, Liam Neeson, Joss Ackland, Peter Sarsgaard; Usa/Germ./Gran Bret.; 2002; C.; dur. 2h e 18'

Voto 6 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner