partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Memories of Murder
Regia di Bob Joon-Ho
1917
Regia di Sam Mendes
Villetta con ospiti
Di Ivano De Matteo
C'era una volta a Hollywood
Regia di Quentin Tarantino
7 uomini a mollo
Di Gilles Lellouche
Joker
Regia di Todd Phillips
Roma
Regia di Alfonso Cuarón
Parigi a piedi nudi
Di Dominique Abel e Fiona Gordon
La forma dell'acqua
Regia di Guillermo del Toro
IT
Regia di Andres Muschietti

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  26/02/2020 - 20:13

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


The Hurt Locker
Regia di Kathryn Bigelow
Cast: Jeremy Renner, Anthony Mackie, Brian Geraghty, Ralph Fiennes, Guy Pearce, David Morse, Kate Mines; drammatico; U.S.A.; 2008; C.

 




                     di Paolo Boschi


Point Break
Strange Days
Il mistero dell'acqua
K-19
The Hurt Locker


L’autrice di Strange Days e Point Break, la dinamica Kathryn Bigelow, dopo l’escursione storica di K-19 in The Hurt Locker ha preso spunto dall’attualità, scegliendo di raccontare in modo essenziale ed antispettacolare gli ultimi quaranta giorni di una squadra antimine in Iraq ai giorni nostri. La storia, tratta da un dettagliato reportage del giornalista Mark Boal, peraltro autore della sceneggiatura, inizia mostrandoci all’opera una cosiddetta EOD (Army Explosive Ordnance Disposal), ovvero un’unità per la dismissione di esplosivi. Purtroppo la missione è destinata a concludersi con la tragica morte di un artificiere i cui effetti personali termineranno appunto all’interno della “cassetta del dolore” del titolo, per essere poi riconsegnati ai familiari. Il suo posto sarà preso da William James, un uomo che apparentemente non ha paura della morte, anzi che si è offerto volontario per l’incarico e che finora ha disinnescato un numero incredibile di ordigni esplosivi: all’inizio la convivenza con i suoi due partner non è semplice, perché il suo concetto di rischio è situato nella linea sottile che separa il coraggio dell’incoscienza. Per certi versi questo protagonista apparentemente scanzonato e disilluso è a sua volta vittima del vuoto di senso che ha pervaso la società americana: e trova la quadratura del suo personale cerchio esistenziale proprio nel brivido insito nelle missioni della sua unità. Sequenza dopo sequenza, attraverso un approccio quasi documentaristico (efficaci riprese con telecamera a mano), lo seguiremo impegnato nelle impacciate camminate con la sua tuta protettiva, che lo rende molto simile ad un astronauta che cammina col pericolo d’essere preso in pieno dall’esplosione che sta cercando di impedire: anche perché spesso la suspense si taglia letteralmente col coltello e ci sono altre vite umane prese al laccio nel letale gioco allestito dall’attentatore di turno. E ad amplificare la tensione ad libitum c’è anche la costante minaccia di un ambiente fondamentalmente ostile in cui tutti in teoria potrebbero innescare l’ordigno esplosivo con la semplice chiamata di un cellulare. The Hurt Locker è una riflessione tremendamente potente ed al contempo disillusa sulla guerra in Iraq, uno dei conflitti più lunghi e più scomodi della storia americana recente. La Bigelow raggiunge il suo obiettivo con il suo cinema ricco di ritmo, dinamismo, fisicità e tensione: il suo protagonista in assetto da sminatore sembra un astronauta impegnato a disinnescare la violenza latente in un pianeta alieno che nel film corrisponde all’Iraq (che certo non è un paese per Americani…) ma che nella realtà assurge a metafora ampliata del male di vivere dei tristi tempi che corrono, tristi anche e soprattutto per assenza di senso riposto. Il risultato finale è insomma un’amara riflessione sulla guerra e sulla violenza dei giorni nostri, l’altra faccia di Nella valle di Elah, che non a caso fu tratto analogamente da un reportage di Mark Boal. Assolutamente da vedere.

The Hurt Locker, regia di Kathryn Bigelow, con Jeremy Renner, Anthony Mackie, Brian Geraghty, Ralph Fiennes, Guy Pearce, David Morse, Kate Mines; drammatico; U.S.A.; 2008; C.; dur. 131’

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner