partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Il Posto, Il mio posto è qui,
Due film in sala a Firenze
Orlando, my political biography
Regia di Paul B. Preciado
Full Time
Regia di Eric Gravel
A white white day
Un film di Hlynur Pàlmason
Minari
Di Lee Isaac Chung
Tutti pazzi per Yves
Regia di Benoît Forgeard
Lacci
Regia di Daniele Lucchetti
Roubaix, une lumière
Regia di Arnaud Desplechin
Parasite
Di Bong Joon-Ho
Il lago delle oche selvatiche
di Yi’nan Diao

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  22/05/2024 - 16:20

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


127 Ore
Regia di Danny Boyle
Cast: James Franco, Kate Mara, Lizzy Caplan, Amber Tamblyn, Clémence Poésy, Kate Burton, Darin Southam, Elizabeth Hales, Norman Lehnert; drammatico; U.S.A./Gran Bret.; 2010; C.
Da una storia vera

 




                     di Paolo Boschi


Una vita esagerata
28 giorni dopo
Sunshine
The Millionaire
127 Ore


Il talentuoso Danny Boyle è senza ombra di dubbio uno dei registi più sperimentali e curiosi sulla piazza, dunque c'era da aspettarselo che sarebbe rimasto intrigato da una storia vera (ed estrema) come quella vissuta dall'escursionista americano Aron Ralston. 127 ore è appunto la traslazione di Between a Rock and a Hard Place, il libro nato da questa traumatica esperienza. Ma andiamo con ordine: la storia prende avvio in una bella giornata di un fine settimana del 2003, quando il protagonista, un ventottenne assolutamente spericolato, si avventura nel Blue John Canyon per effettuare un'escursione in solitaria con la sua mountain bike. Rimasto a piedi, trova casualmente due belle compagne di viaggio e passa un po' di tempo con loro, poi prosegue da solo e, dopo breve tempo, arriva la tragedia: in un crepaccio un masso gli cade addosso e gli blocca implacabilmente il braccio. Aron si ritrova nel bel mezzo del nulla, senza nessuna possibilità di liberarsi, con la prospettiva di indebolirsi e disidratarsi sempre più con lo scorrere del tempo. Passano 127 ore, più di cinque giorni, durante i quali il protagonista cerca di restare lucido ripensando alla sua vita, agli amici, alla famiglia, alle fidanzate, alle due ragazze conosciute poco prima, in un delirio costantemente ripreso in digitale, finché comprenderà di essere attaccato alla vita abbastanza per fare il necessario per liberarsi, scendere una parete rocciosa alta come un palazzo e marciare per chilometri prima di trovare la salvezza. 127 ore è un angosciante film d'azione giocato su un'immobilità forzata da cui Boyle riesce ad evadere puntando su un'originale tecnica di montaggio (davvero notevoli alcune sequenze in split screen), su squarci onirici psichedelici e sulla sovrumana lotta per la sopravvivenza che il protagonista compie con se stesso per non perdere lucidità e restare attaccato alla vita. Da segnalare in tal senso la straordinaria interpretazione di James Franco, sulle cui spalle poggia gran parte di un film che ha meritato sei nomination agli Oscar 2011. Da provare.

127 Ore - 127 Hours, regia di Danny Boyle, con James Franco, Kate Mara, Lizzy Caplan, Amber Tamblyn, Clémence Poésy, Kate Burton, Darin Southam, Elizabeth Hales, Norman Lehnert; drammatico; U.S.A./Gran Bret.; 2010; C.; dur. 94'

Voto 7½ 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner