partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Jesus Christ Superstar
Oltre gli stereotipi
La rivincita del Liscio
La grande festa del ballo e della musica folk
Led Zeppelin
Physical Graffiti
David Bowie
Addio Ziggy
Litfiba
Trilogia 1983-1989
Franz Ferdinand
Tonight: Franz Ferdinand
Sting
Symphonicities
Carla Bruni
Comme si de rien n’était
Firenze cambia musica
il grande evento musicale
La geriatrizzazione del rock
Giovani e vecchi. I rocker devono provocare

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  26/02/2020 - 20:20

 

  home>musica > cult

Scanner - musica
 


Paul McCartney
Flaming pie
[Emi 1997]

 




                     di Paolo Boschi


Flaming Pie
Run Devil Run
Driving Rain


The Beatles


L'elemento più sorprendente di questo album è la straordinaria freschezza che ne traspare fin dal primo ascolto, unita ad una notevole energia. Dopo il progetto Anthology, ulteriore celebrazione del mito dei Beatles, a dispetto dei suoi anni McCartney è tornato alla carriera solista con questa 'torta fiammeggiante' cucinata tra i fornelli di casa, nell'ambiente più consono all'artista. Pochi (ed intimi) gli ospiti chiamati in causa per l’occasione: Ringo Starr, il figlio James e Steve Miller. Difficile stabilire gerarchie tra le quattordici canzoni della tracklist: segnaliamo tra le altre la più beatlesiana, ovvero la titletrack, il pezzo più ruvidamente rock di tutto l'album; Used to be bad (scritta in collaborazione con Steve Miller) per il suo accattivante andamento blues; Really love you, la canzone che riunisce due dei Fab Four e ripropone McCartney al basso, il suo strumento per definizione. Un'ottima prova da affiancare ai suoi ultimi lavori: Flowers in the dirt e Off the ground, in collaborazione con il connazionale Declan McManus, in arte Elvis Costello. Nel complesso un disco vigoroso, naturale, disinvolto ed a tratti quasi ruspante: insomma in deciso contrasto con la vena malinconica (e talvolta zuccherosa) che ha contraddistinto gran parte del repertorio dell’ex Beatle. Non c’è che da augurare al Macca di continuare su questa strada, sul versante pop ha già dato fin troppo...

Paul McCartney, Flaming pie [Emi 1997]

Voto 7½ 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner