partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Full Time
Regia di Eric Gravel
A white white day
Un film di Hlynur Pàlmason
Minari
Di Lee Isaac Chung
Tutti pazzi per Yves
Regia di Benoît Forgeard
Lacci
Regia di Daniele Lucchetti
Roubaix, une lumière
Regia di Arnaud Desplechin
Parasite
Di Bong Joon-Ho
Il lago delle oche selvatiche
di Yi’nan Diao
Memories of Murder
Regia di Bob Joon-Ho
1917
Regia di Sam Mendes

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  23/02/2024 - 11:52

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


Oliver Twist
Regia di Roman Polanski
Cast: Ben Kingsley, Barney Clark, Lewis Chase, Edward Hardwicke, Frances Cuka, Jake Curran, Harry Eden, Frank Finlay, Jamie Foreman, Chris Overton, Leanne Rowe; Gran Bret./Rep. Ceca/Fran./Ita.; drammatico; 2005; C.
Dall'omonimo romanzo di Charles Dickens

 




                     di Paolo Boschi


Frantic
Luna di fiele
La nona porta
Il pianista
Oliver Twist
L'uomo nell'ombra
Carnage


Tre anni (una Palma d’Oro e tre Oscar) dopo Il pianista Roman Polanski è tornato dietro la macchina da presa per l’ennesima traslazione sul grande schermo dell’Oliver Twist di Charles Dickens, ormai un classico intramontabile della narrativa per ragazzi da quando, a cavallo tra il 1837 ed il 1838 fu pubblicato per la prima volta ad episodi nel periodico “Bentley’s Miscellany”, già adattato con successo varie volte sia in ambito televisivo che cinematografico – basti ricordare Le avventure di Oliver Twist (1948) di David Lean, il pluripremiato Oliver! (1968) di Carol Reed (sei Oscar) o il rifacimento disneyiano Oliver & Company (1980) di George Scribner –. Se il soggetto dickensiano sembra portar bene in vista della notte delle stelle, è sicuro che Roman Polanski non si è sottratto dal pericolo di rileggere in modo originale un colosso letterario che vanta numerosi punti di contatto con la drammatica esperienza vissuta dal regista di origine polacca nel ghetto di Varsavia durante il secondo conflitto mondiale, privato dei genitori deportati fin dall’età di nove anni. Come in ogni feuilleton ottocentesco che si rispetti, la storia comincia in una notte buia e tempestosa, con la morte per parto di una giovane sconosciuta e l’arrivo al mondo di Oliver Twist. Allevato insieme ad altri sfortunati orfani, il nostro piccolo eroe passa attraverso vari sfruttamenti minorili finché sceglie la via della fuga nella sordida metropoli londinese e finisce dalla padella nella brace, presto inglobato nella banda di borseggiatori alle dipendenze di Fagin, il villain della storia. Il nostro Oliver ha la sua buona occasione, paradossalmente, dopo un malinteso con la legge: prima arrestato, viene rilasciato per la favorevole testimonianza di un vecchio gentiluomo di buon cuore. Nonostante i suoi vecchi ‘compagni’ intendano riportarlo sulla cattiva strada, il piccolo protagonista troverà infine un happy ending pur parziale. Oltre che per il sempre appassionante dramma infantile del soggetto, l’Oliver Twist secondo Roman Polanski colpisce nel segno per l’iperrealismo descrittivo del mondo miserabile della Londra dell’Ottocento (ricostruita in studio a Praga). Da segnalare la notevole interpretazione offerta da Ben Kingsley nei panni del cattivo della situazione, meno disumano rispetto al passato. Da non perdere.

Oliver Twist, regia di Roman Polanski, con Ben Kingsley, Barney Clark, Lewis Chase, Edward Hardwicke, Frances Cuka, Jake Curran, Harry Eden, Frank Finlay, Jamie Foreman, Chris Overton, Leanne Rowe, Mark Strong, Jeremy Swift, Joseph Tremain; Gran Bret./Rep. Ceca/Fran./Ita.; drammatico; 2005; C.; dur. 2h e 10’

Voto 7½ 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner