partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Niccolò Falchini
Le nubi volano basse
John Ajvide Lindqvist
Una piccola stella
Massimo Gramellini
Fai bei sogni
Joe R. Lansdale
Cielo di sabbia
Antonio Tabucchi
Tristano muore
Christopher Wilson
Il vangelo della scimmia
Simonetta Agnello Hornby
La monaca
Rosario Palazzolo
Concetto al buio
Michele Cecchini
dall’aprile a shantih
Fabrizio e Nicola Valsecchi
Giorni di neve, giorni di sole

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  23/03/2019 - 12:10

 

  home>libri > narrativa

Scanner - libri
 


Pier Francesco Grasselli
All'inferno ci vado in Porsche
Le storie della speed generation, i dannati della discoteca
Mursia Editore, 2007

 




                     di Giovanni Ballerini


Ho scaricato Miss Italia, 2008
All'inferno ci vado in Porsche, 2007
L'Ultimo Cuba Libre, 2006


All'inferno ci vado in Porsche, come il precedente L'Ultimo Cuba Libre è un romanzo che non fa sconti e punta l’obiettivo sull’universo della speed generation italiana. Niente principi o morali, solo una cronaca claustrofobica di una vita lieve e maledetta che si ripete senza stimoli. Viene da pensare a “vallettopoli” o a uno dei tanti “coca connection” che ci vengono narrati dalla cronaca, ma Pier Francesco Grasselli va oltre e, fedele al suo stile, conduce il lettore in un viaggio a perdifiato fra i dannati della discoteca. Il risultato è il secondo libro per Mursia che propone le storie di un gruppo di giovani riccastri emiliani (ma potrebbero essere di qualsiasi posto del nord Italia), che non ce la fanno proprio a pensare (e agire) oltre il loro aureo e limitato orizzonte. “Quel che è fatto è fatto. Se proprio devo andare all'inferno, almeno ci vado in Porsche”, afferma uno dei protagonisti. Ma ogni protagonista di All'inferno ci vado in Porsche pensa la stessa cosa e si comporta di conseguenza.

Alcol, droghe, puttane, cocktail, videogiochi, insomma sballo obbligatorio, pensando in questo modo di essere i veri principi o le regine della notte, ma forse solo per sopravvivere a se stessi: C'è Jessica che ci sta con tutti. C'è Claudio, il fighetto che tira di coca. C'è Tony che se le fa tutte. C'è Gloria, la strafica. C'è Emanuele che conosce tutti i deejay e i pr dell'Emilia Romagna. C'è Cico che spaccia: ma che bella compagnia!
A dire il vero, rispetto al libro precedente (di cui questo è l’ideale prosecuzione), da parte dell’autore c’è qualche tentativo di variare contesto, qualche piccola sterzata verso l’altra parte della società reale (una spruzzata di punk, senza esagerare), ma in sostanza l’inferno è sempre lo stesso: quello che brucia le coscienze e le sinapsi di giovani che non distinguono le emozioni virtuali da quelle reali, che non conoscono il confine fra l’apparire e l’essere e vivono la vita alla giornata. Grasselli racconta, con un ritmo narrativo impressionante in questo suo sferzante romanzo storie di giovanissimi ma anche trentenni accomunati dal vuoto. Non c’è quindi la pretesa di raccontare tutta una generazione, casomai un modo di vivere – non vivere, che accomuna trasversalmente il popolo delle discoteche di tendenza, i patiti del vivere alla page e quelli per cui il sesso e/o lo sballo sono l’unico faro possibile nel buio.

Dalle lussuose stanze delle ville dei genitori, ai bagni delle disco emiliane, ai pub a Cortina, gli argomenti non cambiano. Le storie, anche in questo romanzo, narrate in diretta dai protagonisti, sono lo scioglilingua di una banalità ostentata in un eterno Vip space, in un privé grande come l’Italia.
Il bello è che tanti giovani si riconoscono nelle pagine, non proprio esaltanti (per loro) del libro e affollano le presentazioni, un vero e proprio tour dedicato ai romanzi di Grasselli editi da Mursia. I prossimi sono il 30 giugno 2007 al Pascià di Riccione (nell'occasione verrà anche presentata in anteprima la linea di abbigliamento "UCL - L'Ultimo Cuba Libre" ispirata alle atmosfere dei romanzi di Grasselli), l’11 luglio 2007 conferenza con David Fiesoli intitolata "Che mondo che fa" al Prato Nord-Festival, il 12 Luglio presentazione del libro al Central Park di Firenze, il 20 luglio all’Hemingway di Marina di Ravenna.

Voto 7 ½ 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner