partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Il Posto, Il mio posto è qui,
Due film in sala a Firenze
Orlando, my political biography
Regia di Paul B. Preciado
Full Time
Regia di Eric Gravel
A white white day
Un film di Hlynur Pàlmason
Minari
Di Lee Isaac Chung
Tutti pazzi per Yves
Regia di Benoît Forgeard
Lacci
Regia di Daniele Lucchetti
Roubaix, une lumière
Regia di Arnaud Desplechin
Parasite
Di Bong Joon-Ho
Il lago delle oche selvatiche
di Yi’nan Diao

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  22/05/2024 - 13:34

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


300
Regia di Zack Snyder
Cast: Gerard Butler, Vincent Regan, Lena Headey, David Wenham; azione/avventura; U.S.A.; 2007; C.

 




                     di Paolo Boschi


300
Watchmen


Se pensate di acquistare un biglietto per 300 e vedere di conseguenza un film epico sull’antica Grecia e sulla battaglia delle Termopili in particolare, forse dovreste rivedere un po’ le vostre attese, o rischiate di restare delusi. Tralasciando il dettaglio del tutto accessorio che anche Troy, pur essendo tratto dall’Iliade, non era nient’altro di più che una rivisitazione fumettistica e eccessivamente banalizzante del poema omerico, è d’obbligo precisare che 300 nasce come l’omonima graphic novel, realizzata da uno dei più fulgidi talenti dagli anni Ottanta in qua, ovvero quel Frank Miller che già si è visto trasportare sul grande schermo le atmosfere pulp del suo Sin City con una certa efficacia. Nel film di Zack Snyder la storia si ripete: dimenticate Sparta, dimenticate gli Spartani, dimenticate come poteva essere il passo delle Termopili nel 480 a.C. e dimenticatevi tout court come sia fatto il cielo sopra la vostra testa. In 300 l’ambientazione è rigorosamente computerizzata e volutamente falsata per ricreare in qualche modo i cromatismi delle tavole di Miller: lo stesso ha fatto il cast degli spartani al completo, re Leonida davanti a tutti, che pare un reazionario amante del body building e della perfetta forma fisica più che il mitico capo di un’antica città. La storia è nota: il sovrano Serse, che vuol conquistare il mondo come tutti i cattivi alti due metri e dall’aspetto decisamente stravagante, ha in vista la sottomissione della Grecia: purtroppo per lui Leonida è caratterialmente contrario ad inginocchiarsi davanti a qualcuno e, nonostante abbia corrotto ad arte i sacerdoti per impedire l’intervento dell’esercito spartano, si ritrova comunque davanti un manipolo di trecento coraggiosi che hanno accompagnato il loro re al passo delle Termopili, dove l’angustia del campo di battaglia consente al piccolo esercito greco ivi riunito di resistere alle immense milizie persiane. A Sparta la bella moglie di Leonida tenterà inutilmente di convincere la città ad inviare l’esercito in supporto al marito; tutto ovviamente congiurerà ad una sconfitta d’indiscutibile valenza simbolica, materializzatasi peraltro grazie al più classico dei tradimenti, neanche Serse ne avesse avuto davvero bisogno: l'esempio di resistenza degli irriducibili trecento guerrieri di Leonida resterà scolpito negli annali e porrà le basi della futura vittoria dei Greci. Tutto molto fisico, coreografico, calcolato al millesimo di secondo e tremendamente pulp: la quantità di arti mozzati, teste decapitate e fiotti di sangue che 300 regala una sequenza dietro l’altra regge il confronto con Kill Bill vol. 1, tanto per dare un’idea; nulla ci viene risparmiato e quasi tutto risulta estremamente brutale, a cominciare dal tipico urlo d’assenso dei trecento indomiti spartani ad ogni ordine del loro re. Nonostante il messaggio di sottofondo blandamente reazionario e la violenza profusa a fiumi, non è male la sequenza iniziatica in cui il giovane Leonida diventa un guerriero inducendo un lupo a combattere su un terreno che gli consentirà di vincere – ovvio parallelismo con la scelta di Leonida adulto di attendere i persiani al passo delle Termopili –. Si può tentare, ma lo spettacolo è scolpito con l'accetta e dunque vivamente sconsigliabile ai minori…

300, regia di Zack Snyder, con Gerard Butler, Vincent Regan, Lena Headey, David Wenham; azione/avventura; U.S.A.; 2007; C.; dur. 1h e 56’

Voto 6- 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner