partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Il bell'Antonio
Di Mauro Bolognini
Quadrophenia
Degli Who
Vertigo - la donna che visse due volte
Di Alfred Hitchcock
A piedi nudi nel parco
Regia di Gene Saks
Il diavolo veste Prada
Regia di David Frankel
Colazione da Tiffany
Regia di Blake Edwards
Mezzogiorno di fuoco
Regia di Fred Zinnemann
Alien Director's Cut
Regia di Ridley Scott
The Commitments
Regia di Alan Parker
Le onde del destino
Regia di Lars von Trier

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  21/09/2019 - 11:22

 

  home>cinema > cult

Scanner - cinema
 


Il silenzio degli innocenti
The silence of the lambs
Regia di Jonathan Demme
Cast: Jodie Foster, Anthony Hopkins, Scott Glenn, Ted Levine, Anthony Heald, Charles Napier; thriller; Usa; 1991; C

 




                     di Paolo Boschi


Red Dragon
Il silenzio degli innocenti
Hannibal


Il celebrato thriller di Jonathan Demme, a suo tempo premiato con cinque Academy Awards

Il silenzio degli innocenti stato definito, forse con qualche esagerazione, il miglior film del primo secolo di cinema: sicuramente un notevole esempio di psyco-thriller, il primo in assoluto a ricevere tutti e cinque gli Oscar pi importanti (miglior film, regia, attore e attrice protagonista, sceneggiatura non originale). Il film di Jonathan Demme tratto dall'omonimo romanzo (datato 1988) di Thomas Harris. Clarice Starling, giovane recluta Fbi, mandata in carcere per consultare il dottor Hannibal Lecter, ex psichiatra antropofago, soprannominato appunto "The Cannibal" per aver divorato i suoi pazienti. La protagonista alla disperata ricerca di informazioni che la mettano sulla pista giusta per catturare un serial killer uso a scuoiare giovani donne: Lecter accetta di fornirgliele in cambio di schegge dei suoi ricordi infantili. Impalpabilmente tra i due nasce una sorta di relazione, tortuosa quanto indefinibile. Demme orchestra un film nel quale suspense e colpi a sorpresa regnano sovrani, e dove la tensione si pu tagliare col coltello per tutta la durata della pellicola ed oltre, dato che l'epilogo preannuncia che l'incubo non finito. Da antologia (ed agghiacciante) la concitata sequenza dell'evasione di Hannibal Lecter dal manicomio criminale. Capolavoro o riuscita alchimia tra una regia scaltrita ed una storia stringente? Comunque lo si voglia definire, senza dubbio un film che arriva a segno, ovvero dritto all'immaginario degli spettatori: Il silenzio degli innocenti solleva interrogativi sul vero significato del male, sa inquietare ad arte, disturba sul filo costante dell'ossessione, spiazza, per dirla in una parola, e di continuo. Da segnalare, tra l'altro, due cameos del regista horror Roger Corman e del cantante Chris Isaak. Il personaggio di Lecter era gi apparso in Manhunter - Frammenti di un omicidio (1986) di Michael Mann, del quale dopo Hannibal Ridley Scott gi sta meditando di fare un remake: rispetto a Il silenzio degli innocenti si tratterebbe di un prequel in piena regola.

Il silenzio degli innocenti - The silence of the lambs, regia di Jonathan Demme, con Jodie Foster, Anthony Hopkins, Scott Glenn, Ted Levine, Anthony Heald, Charles Napier; thriller; Usa; 1991; C.; dur. 1h e 58'

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner