partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Full Time
Regia di Eric Gravel
A white white day
Un film di Hlynur Pàlmason
Minari
Di Lee Isaac Chung
Tutti pazzi per Yves
Regia di Benoît Forgeard
Lacci
Regia di Daniele Lucchetti
Roubaix, une lumière
Regia di Arnaud Desplechin
Parasite
Di Bong Joon-Ho
Il lago delle oche selvatiche
di Yi’nan Diao
Memories of Murder
Regia di Bob Joon-Ho
1917
Regia di Sam Mendes

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  28/06/2022 - 07:38

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


A beautiful mind
Regia di Ron Howard
Cast: Russell Crowe, Jennifer Connelly, Ed Harris, Christopher Plummer; biografico; Usa; 2001; C.
La tormentata storia del matematico premio Nobel John Nash

 




                     di Paolo Boschi


Il Grinch
A beatiful mind
Cinderella Man - Una ragione per lottare
Il Codice Da Vinci
Frost/Nixon - Il duello
Angeli e Demoni


L'ultimo film di Ron Howard, il quindicesimo della serie, conferma l'estrema versatilità del cineasta americano e riscatta parzialmente la sua prova precedente, Il Grinch, rutilante quanto incolore. L'ex Ritchie Cunningham di "Happy Days", classe 1954, nella sua ormai ventennale carriera ha affrontato quasi tutti i registri, con un occhio privilegiato al fantastico ed al sentimentale: A beautiful mind aggiunge la tessera mancante, ovvero il biopic, il film di carattere biografico, la ricostruzione della vita di John Forbes Nash Jr., enfant prodige di Princeton alla fine degli anni Quaranta, ideatore di rivoluzionarie teorie matematiche, afflitto fin da giovane da una grave forma di schizofrenia, insignito del premio Nobel nel 1994. A beautiful mind racconta una vita illuminata dall'accecante bagliore del genio e funestata dall'incomprensibile scintilla della follia, con l'aggiunta di una struggente storia d'amore in sottofondo: un classico film hollywoodiano, insomma, come confermano i quattro Golden Globes già incassati (film drammatico, sceneggiatura, attore e attrice protagonista) e le otto nominations per la notte degli Oscar. La storia prende avvio con l'ex gladiatore Russell Crowe nei panni di John Nash, ammesso con borsa di studio a Princeton nel 1947 per un corso di specializzazione: il giovane matematico vaga per il campus alla costante ricerca di un'idea veramente originale ma tarda a concretizzarla, brillante quanto dispersivo, schivo nei rapporti sociali con l'eccezione di Charles, il suo compagno di stanza. L'intuizione decisiva arriva per caso e frutta a John Nash l'ambito posto di ricercatore e professore al M.I.T.: a Chicago conoscerà Alicia, la splendida studentessa che diventerà sua moglie, ed entrerà in contatto con l'agente William Parcher, che gli affiderà riservati incarichi di decodifica durante la Guerra Fredda. E' in questo periodo che la latente schizofrenia del protagonista emergerà in modo dirompente, mettendo a repentaglio la sua carriera e costringendolo a periodiche degenze in cliniche psichiatriche: con un costante sforzo di volontà John Nash riuscirà a controllare i fantasmi partoriti dalla sua mente malata, tornando agli studi accademici ed ottenendo il Nobel come tardo riconoscimento di una vita consacrata alla matematica. A beautiful mind è degno di segnalazione per le ottime performances recitative dei due protagonisti Russel Crowe e Jennifer Connelly, bravissimi nel rappresentare il dramma di un uomo capace di vedere chiaramente complessi legami matematici - sotto gli occhi di tutti ma che nessuno era stato prima in grado di individuare - ed allo stesso tempo vittima di allucinazioni estremamente realistiche: esemplare sotto il profilo registico la sequenza in cui Nash riesce a decrittare un codice cifrato su una parete semplicemente osservandolo. Per svelare la malattia del matematico americano Ron Howard ha utilizzato con efficia il meccanismo del thriller ponendo lo spettatore sulla prospettiva del protagonista. Un buon film nel complesso, purtroppo penalizzato dall'eccessivo ricorso a toni sentimentalistici.

A beautiful mind, regia di Ron Howard, con Russell Crowe, Jennifer Connelly, Ed Harris, Christopher Plummer; biografico; Usa; 2001; C.; dur. 2h e 14'

Voto 7½ 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner