partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Patti Smith
Banga
Amy MacDonald
This Is The Life
Red Hot Chili Peppers
I’m with you
Led Zeppelin
Mothership
Anna Calvi
Anna Calvi
Coldplay
Mylo Xyloto
Ben Harper
Give ‘till it’s gone
Gomez
Whatever's on your mind
Foo Fighters
Wasting Light
The Charlatans
Who We Touch

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  21/10/2017 - 12:11

 

  home>musica > rock

Scanner - musica
 


Wilco
Wilco (The Album)
Atmosfere elettriche e sognanti, per sperimentazioni melodiche
[Nonesuch 2009]

 




                     di Paolo Boschi


Nel variegato panorama indie rock i Wilco del cantante e compositore Jeff Tweedy ormai costituiscono una certezza per lo zoccolo duro degli estimatori del gruppo di Chicago, nella cui formazione militano attualmente il bassista John Stirratt, il chitarrista Nels Cline, il batterista Glenn Kotche, il polistrumentista Pat Sansone ed il pianista Mikael Jorgensen.

Dal 1994 la band si alterna tra progressive rock, folk e sperimentazioni varie, senza mai sbagliare un colpo. Non fa eccezione neppure la loro ultima fatica, che s’intitola Wilco (The Album) e pare adombrare fin da qui un riferimento evidente al cosiddetto White Album che i Beatles pubblicarono nel 1968: intitolare un disco con il proprio nome, d’altra parte, è un’evidente dichiarazione d’intenti, l’annuncio di un disco-manifesto. E in effetti le undici canzoni di Wilco (The Album), sesto disco di studio del gruppo, mantengono simili attese: il disco si apre con una canzone emblematica come Wilco (The Song), in cui Jeff Tweedy si rivolge direttamente al suo pubblico, e si chiude con un gioiello quale Everlasting, che evoca non poco le più malinconiche atmosfere del Lennon solista. In mezzo a questi vertici la tracklist presenta non poche meraviglie, come la struggente nostalgia che traspare da Deeper down, la leggerezza ombrosa ed insostenibile che colora One wing, o le ipnotiche sperimentazioni elettroniche di Bull black nova, la splendida ballata You and I (dove Tweedy duetta con la stella dell’alternative pop canadese, la seducente e intensa Feist), la ruspante solarità di You never know, l’avvolgente Country disappeared, l’intimistica Solitaire, interpretata davvero in punta di piedi, o infine il dittico di ballate costituito da I’ll Fight e dall’ariosa Sunny Feeling. Le abbiamo citate tutte, perché se qualcosa manca a Wilco (The Album), sono proprio i riempitivi. Un gran bel disco, da assaporare con ascolti ripetuti ad libitum.

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner