partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Demonology Hifi
Inner Vox
Pankow
And shun the cure they most desire
Tenedle
Grancassa
Vikter Duplaix
Bold and beautiful
Stazione Elettronica II
L'elettronica nei suoni d'oggi
Shantel
Bucovina Club
Le Café Abstract vol.4
Autori Vari
Akatombo
Trace Elements
Icebreaker International & Manual
Into Forever
Autori Vari
Real Ibiza VI

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  18/12/2017 - 04:13

 

  home>musica > electro

Scanner - musica
 


Autori Vari
Real Ibiza VI
Il clubbing è di casa ad Ibiza.

 




                     di Romano Rigamonti


Senza particolare gloria e senza ignominia ecco girare sui nostri lettori la sesta puntata della raccolta Real Ibiza (React/Audioglobe), curata dal dj Phil Mison, già veterano di questa serie di compilation.
Divisa in due parti, Poolside Chill e Hammock House, Real Ibiza VI dedica il primo cd ad uno stile musicale che può fare da puro accompagnamento per una giornata di vacanza estremamente rilassata, mentre la seconda parte mixata si presta evidentemente al momento di passaggio tra il pomeriggio assolato e la serata caliente, e specialmente danzante, di un qualsiasi club alla moda.
La parte denominata Poolside Chill è un contenitore di musica downbeat di prima classe e perfettamente inserita nel filone dell’Ibiza Style, tra gli artisti e gruppi che annovera troviamo Afterlife, Blue States, The Funky Lowlives ed altri.
I loro brani, dalle atmosfere estremamente rilassate, ben si sposano con l’idea di relax che una spiaggia estiva può offrire.
Le contaminazioni del downbeat sono infinite ed anche una raccolta come Real Ibiza VI, assemblata con l’unico scopo di raggiungere la fluidità musicale perfetta, può riservare delle sorprese piacevoli che incontriamo nel brano di Bliss, Don’t Look Back, molto evocativo nel suo cantato frammentato iniziale, e nelle composizione Hayling di FC/Kahuna, in cui la voce femminile regala atmosfere magiche ad un pezzo già ottimo di per sè.
La seconda parte è invece un inno all’attuale stile clubbing tanto in voga nei locali modaioli prima che inizi il ‘martello’ notturno.
Potremmo definirla il perfetto scaldamuscoli, il sound preferito per un happy hour, la vibrazione che stimola correttamente il desiderio di muoversi in previsione di una notte scatenata a ritmo di house.
Anche in questo caso molti sono gli artisti che di questo stile downbeat dai ritmi leggermente più veloci hanno fatto la loro bandiera, come Ambrozia, Ralph Myerz, Metro Area, e pure in questo caso non mancano le belle sorprese, come il brano di Thievery Corporation, Meu Destino, e la Whistle Song di Fantastic Plastic Machine, brani che si ritagliano un loro spazio prendendo le distanze dalla normalità.
Real Ibiza VI è una raccolta completa e piacevole, perfetta come background di qualsiasi momento di relax, tuttavia manca di quell’anima che ha in passato fatto assurgere a veri capolavori delle semplici raccolte.
Essa è un contenitore di tanti brani di musica bella e ben confezionata e sicuramente saprà soddisfare gli appassionati dell’Ibiza Style, ma nell’insieme non è null’altro che buona musica.

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner