partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Radiohead
Il 2017 per ripartire
Katy Perry
Prism (cd e tour)
David Bowie
The next day
Gotye
Making Mirrors
Rumer
Seasons of my soul
Caro Emerald
Deleted scenes from the cutting room floor
Eliza Doolittle
Eliza Doolittle
Diana Krall
Quiet nights
Paolo Nutini
Sunny Side Up
Joss Stone
Colour Me Free!

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  24/07/2017 - 10:37

 

  home>musica > rock_pop

Scanner - musica
 


Radiohead
Il 2017 per ripartire
La band di Thom Yorke dopo aver pubblicato

 




                     di Giovanni Ballerini


Novità e conferme per i Radiohead che con il loro nono e umbratile album in studio "A Moon Shaped Pool" tornano a sperimentare, lanciando lo sguardo anche oltre lo steccato dell’elettronica. Il disco, che contiene anche alcuni pezzi proposti in anteprima in questi anni in concerto e qualche b-side, sonda emozioni non contaminate in un viaggio ideale che porta la band a tornare ad accarezzare, anche grazie ma qualche repêchage acustico, l’introspezione poetica. Ponendo al centro della scena la sensibilità estrema e dilaniante, eppure fascinosa e coinvolgente di Thom Yorke, la band di Oxford ritrova ed esalta la sua capacità di emozionare il suo pubblico e torna a volare alto. Guardandosi dentro, riflettendo su se stessa e sulle vicende, anche personali del suo leader e degli altri componenti. Senza paura, come si conviene all’ultima grande rock band dei nostri tempi.
I Radiohead, che sono nati nel 1985 a Abingdon, nell’Oxfordshire e hanno catturato l’interesse dei palati fini fin dalla pubblicazione del loro singolo di debutto, “Creep”, nel 1992. Da allora ad oggi Thom Yorke & Co non hanno sbagliato una mossa. Variando anche spesso direzione, sound e persino approccio sonoro, senza snaturare nemmeno un po’ la loro unicità, senza perdere il fascino di leader (e fari) di una scena un alt rock di cui sono da sempre i riconosciuti alfieri.
Lo dimostra il nuovo tour che ha preso il via il 30 marzo 2017 all’American Airlines Arena di Miami. La tournée mondiale all’America Airlines Arena di Miami, ha fatto tappa nei maggiori festival musicali internazionali (tra i quali il Primavera sound di Barcellona, il Coachella, l’Austin City Limits e il 23 giugno 2017 al festival di Glastonbury). Le uniche due date italiane della tournée 2017 sono il 14 giugno 2017 all’Ippodromo del Visarno di Firenze davanti a 50.000 persone e il 16 giugno al Parco di Monza in occasione degli I-Days 2017, con 55.000 biglietti venduti.
Firenze è una costante nei tour dei Radiohead, che già agli inizi, nel 1994, ospitò il vitale set per pochi intimi all’Auditorium Flog. Altri ricordano il gruppo nel tour del 1997, quando (in ottobre) al Palasport di Firenze riscossero gli applausi scroscianti di più di seimila persone. Magici i due set del 21 e il 22 giugno 2000 all’arena del Calcio in Costume in piazza Santa Croce (5700 persone per sera per due concerti diversi fra loro per scaletta, colore e intensità del sound). Poi ci fu la mitica esibizione del gruppo sulla terrazza sopra Firenze: un fiume di note intriganti e piacevolmente astratte martedì 8 luglio 2003 al piazzale Michelangelo. L’ultimo concerto fiorentino la band di Oxford lo aveva sinora tenuto nel settembre 2012 al pratone delle Cascine davanti a oltre 30.000 spettatori. il 14 giugno 2017 il rito si è ripetuto, con grande successo, nello stesso parco, ma alla Visarno Arena e ha scatenato gli entusiasmi di una folla di fan, che dalle 17 in poi hanno gustato un pomeriggio – sera di rock intelligente e coinvolgente che ha visto alla ribalta anche il pop dai riflessi soul ed elettronici del cantautore James Blake e il progetto Junun, del compositore israelo-indiano Shye Ben Tzur, con il polistrumentista e chitarrista   solista dei Radiohead Jonny Greenwood  e il gruppo di musicisti indiani The Rajasthan Express.
Dalle 21,26 ha preso il via il travolgente set dei Radiohead, un florilegio di  note e luci candide che ha fatto emozionare intensamente l’immensa folla di fan.
Ma, torniamo alla discografia 2017: per celebrare il ventesimo anniversario della pubblicazione del loro album capolavoro  (avvenuta il 21 maggio 1997), i Radiohead hanno deciso di effettuare una nuova ristampa di OK Computer. Si chiama OknotoK e, oltre ai brani rimasterizzati dell'album originale, si avvantaggia di tre tracce inedite (“ I Promise”, “ Man of War” e “ Lift”) e otto b-side. La versione digitale sarà disponibile dal 23 giugno 2017, mentre i cd e gli Lp saranno in vendita da  luglio. La "Boxed Edition" includerà vinili 12" / 180 grammi, un libro con oltre 30 artwork, un taccuino di 140 pagine con le note e gli appunti scarabocchiati da Thom Yorke, uno sketchbook di 48 pagine dei "lavori preliminari" di Yorke e Stanley Donwood (da sempre responsabile delle grafiche/artwork dei Radiohead) e un mixtape in cassetta con demo e registrazioni di OK Computer.
Tracklist

1. Airbag
2. Paranoid Android
3. Subterranean Homesick Alien 4. Exit Music (For a Film)
5. Let Down
6. Karma Police
7. Fitter Happier
8. Electioneering2
9. Climbing Up the Walls
10. No Surprises
11. Lucky
12. The Tourist
1. I Promise
2. Man of War
3. Lift
4. Lull
5. Meeting in the Aisle
6. Melatonin
7. A Reminder
8. Polyethylene (Parts 1 & 2)
9. Pearly*
10. Palo Alto
11. How I Made My Millions

Voto 9 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner