partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Patti Smith
Banga
Amy MacDonald
This Is The Life
Red Hot Chili Peppers
I’m with you
Led Zeppelin
Mothership
Anna Calvi
Anna Calvi
Coldplay
Mylo Xyloto
Ben Harper
Give ‘till it’s gone
Gomez
Whatever's on your mind
Foo Fighters
Wasting Light
The Charlatans
Who We Touch

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  17/12/2017 - 07:18

 

  home>musica > rock

Scanner - musica
 


Madonna
Music
[Maverick/Warner Bros 2000]
L'irresistibile ritorno di nostra signora delle classifiche

 




                     di Paolo Boschi


D'accordo, è una perpetua fonte di gossip, talvolta affitta i partners per procreare, affibbia ai pargoli nomi discutibili, e ne progetta perfino l'approdo al mondo in coincidenza con l'uscita dell'ultimo album ma, diciamo la verità, questa quarantaduenne ostinata - arrivata relativamente tardi a sfondare - anche con Music, il suo ultimo album di studio (che a quanto pare è già su Napster), continua a mostrare di avere i numeri e le idee giuste, e non sembra avere la minima intenzione di lasciare il suo scettro di regina incontrastata delle classifiche mondiali. E' un po' quello a cui il personaggio di Madonna Veronica Louise Ciccone, da sempre vero crogiuolo di contraddizioni interne, ci ha abituato nel corso degli anni dal successo di Like a virgin nei primi anni Ottanta fino ad oggi: ad ogni nuovo album o colonna sonora o live o tour, sempre qualche sorpresa in agguato, un nuovo look sopra le righe, un nuovo flirt, un libro fotografico o un film, sempre qualcosa di nuovo in agguato, e per l'appunto Sai che c'è di nuovo? era il titolo del suo ultimo film. Con Music Madonna comincia a stupirci fin dalla copertina, dove si presenta smagliante con cappellone e camicia di jeans alla country girl: ma di country canonico ne troveremo ben poco scorrendo le undici tracce del disco, che nell'edizione europea regala (e non è male) anche American pie, cover dell'omonimo brano di Don McLean, direttamente dal soundtrack del film di John Schlesinger. Si comincia con l'ultimo singolo, ovvero la title track, che affina il discorso già avviato in Ray of light proponendo una dance elettronica alla moda, molto pop per la verità, orecchiabile ed intrigante. Come in tutti i suoi album, Madonna trova il tempo anche per mettere a segno una canzone veramente notevole sotto il versante artistico, ovvero una ballata intensa e toccante come I deserve it, vagamente memore della new wave: niente di strano, di ballate a pronta presa la carriera della cantante italo-americana è costellata fin dalla splendida Live to tell. Di brani di dance elettronica - con un piccolo aiuto del talentuoso francese Mirwais Hamadzaï - oltre a Music si contano anche Impressive instant (con un sound davvero all'avanguardia) e l'ipnotico-ossessiva Runaway lover. Dopo aver ripreso fiato con I deserve it, il ritmo torna pressante con Amazing e si rilassa subito con la soft dance di Nobody's perfect, dove Madonna si diverte col vocoder ma senza stupire più di tanto. Il settimo brano, il contagioso country sincopato e dotato di evoluzioni pop di Don't tell me, finalmente giustica anche la citazione di copertina. Prima dell'ultima canzone, il recente singolo spacca-classifiche American pie, in Music c'è spazio anche per una nuova sperimentazione elettronica, Paradise (not for me), anch'essa piuttosto rallentata ritmicamente, e per l'ultima suggestiva ballata da brividi, Gone. Risultato: undici tracce complessive, molte buone intuzioni, una confezione impeccabile, pochi momenti di pausa, in altre parole un album che, rispetto al precedente Ray of light, proietta Madonna nel terzo millennio confermandola sempre più musa ed icona della musica sulla cresta dell'onda.

Madonna, Music [Maverick/Warner Bros 2000]

Voto 7 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner