partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Patti Smith
Banga
Amy MacDonald
This Is The Life
Red Hot Chili Peppers
I’m with you
Led Zeppelin
Mothership
Anna Calvi
Anna Calvi
Coldplay
Mylo Xyloto
Ben Harper
Give ‘till it’s gone
Gomez
Whatever's on your mind
Foo Fighters
Wasting Light
The Charlatans
Who We Touch

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  17/12/2017 - 08:59

 

  home>musica > rock

Scanner - musica
 


Led Zeppelin
Early days
[Atlantic 1999]
The best of Led Zeppelin volume 1

 




                     di Paolo Boschi


Led Zeppelin - 40 Anniversario Physical Graffiti, 2015
Led Zeppelin - Celebration Day, 2012
Led Zeppelin - Mothership, 2007
Robert Plant & Alison Krauss - Raising Sand, 2008
Led Zeppelin - Early days, 1999


S’intitola Early Days la prima antologia che rilegge il mito di uno dei più grandi gruppi di rock’n’roll di tutti i tempi, la band che porta il nome dello storico dirigibile tedesco: i Led Zeppelin, ovvero la chitarra di Jimmy Page, la voce di Robert Plant, il basso di John Paul Jones e la batteria di John Bonham. In undici anni di carriera e in nove Lp – solo Lp, perché il loro manager non permise mai loro di incidere 45 giri – il gruppo inglese ha conquistato per otto volte (ed innumerevoli settimane) le cime delle classifiche americane e britanniche, vendendo complessivamente qualcosa come 80 milioni di dischi in tutto il mondo. Un mito sovralimentato dalle pirotecniche esibizioni dal vivo della band, una fede che ha conquistato intere generazioni, dai fans d’estrazione romantica agli amanti dell’hard rock fino alle frange più estreme e metalliche – perché i Led in concerto davano letteralmente fuoco alle polveri –. Early days presenta in tredici canzoni le gemme dei primi quattro dischi dei Led Zeppelin, ovvero quelli senza titolo, ma dotati di numero: da Led Zeppelin del 1969 – epocale e registrato in sole 30 ore – fino a Led Zeppelin IV del 1971, il loro best seller assoluto, quello che contiene Stairway to Heaven, per intenderci, indicata come una delle canzoni più belle del millennio scorso nei sondaggi a tema svolti per il pianeta. Questo best of presenta una carrellata di emozioni sonore senza eguali, una serie di classici fuori dal tempo: Good times, bad times, Dazed and confused, Whole lotta love, Immigrant song, Black dog, Rock and roll, solo per citare qualche titolo. E, tanto per ricordare gli Zeppelin on stage (e la loro propensione futurista ante litteram), il Cd propone anche un inserto interattivo con un filmato inedito di una dinamica performance live di Communication breakdown del 1969: è in bianco e nero, i colori arrivano con l’energia del gruppo. La seconda antologia dei restanti cinque dischi dei Led Zeppelin dovrebbe uscire entro il 2000.

Led Zeppelin, Early days. The best of Led Zeppelin volume 1 [Atlantic 1999]

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner