partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Patti Smith
Banga
Amy MacDonald
This Is The Life
Red Hot Chili Peppers
I’m with you
Led Zeppelin
Mothership
Anna Calvi
Anna Calvi
Coldplay
Mylo Xyloto
Ben Harper
Give ‘till it’s gone
Gomez
Whatever's on your mind
Foo Fighters
Wasting Light
The Charlatans
Who We Touch

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  20/10/2017 - 12:49

 

  home>musica > rock

Scanner - musica
 


Don Henley
Inside job
[Warner Bros 2000]

 




                     di Paolo Boschi


"Un tempo eravamo noi l'anomalia, il cortocircuito, mentre ora che a portare i capelli lunghi sono i conservatori non ci rimane che tagliarli": una battuta significativa, se a dirla è Don Henley, artista di spicco negli anni Settanta come batterista e cantante degli Eagles, quelli di Desperado, Hotel California e così via, la band per definizione del southern soul aperto a deviazioni (sempre con molta classe) col country ed il pop. A dire il vero, nonostante l'incredibile successo in termini di dischi e biglietti venduti, pare che il botteghino non sia mai stato il pensiero principale degli Eagles: come per il gruppo, così anche per i due cantanti principali, Glenn Frey e appunto Henley, che hanno inaugurato due carriere soliste dopo la scissione del gruppo nel 1982. Dopo la clamorosa reunion del 1994 e l'incisione di Hell freezes over, Don Henley ha pubblicato di recente Inside job, a ben undici anni dal precedente The end of innocence. Nel frattempo Henley si è sposato e trasferito con la nuova famiglia nel natío Texas in cerca di serenità, si è molto impegnato con la sua fondazione in difesa dell'ambiente, ha pubblicato un inedito di Thoreau (quello di Walden e la vita nei boschi): curiosamente il tutto si ritrova ben narrato in Inside job, che spesso ha i tempi dell'album privato ma non per questo evita puntate più aggressive sul versante del ritmo. Il disco si apre con la vivace Nobody else in the world but you, canzone felicemente sospesa a mezzo tra funky e soul bianco, dotata di un groove avvolgente degno del miglior Steve Winwood, alla cui incisione hanno collaborato anche musicisti del calibro di Randy Newman e Stevie Wonder: un brano che si richiama a distanza con Miss ghost. Seguono due ballate di ottimo livello: degna di particolare menzione è la suggestiva Taking you home, di una straordinaria semplicità, ravvivata dal timbro particolarissimo di Henley, scarno ma puntuale, quasi metallico per certi versi; a ruota arriva l'intensa For my wedding, uno degli episodi più riusciti del disco - ed uno dei pochi cui Henley non abbia collaborato in cabina di scrittura -: sul versante balladeer va citata obbligatoriamente anche Annabel, minimalista ed insostenibile nel suo arrangiamento per piano (curato da Randy Newman). Suoni più elaborati si ritrovano nelle successive Everything is different now e Workin' it, dalla partitura quasi elettronica. Da segnalare, oltre all'ombrosa title track, la tiratissima They're not here, they're not coming, cadenzata da una ritmica contagiosa e Goodbye to a river, in cui Henley ha riversato il suo impegno a favore della natura. Un gran bel disco, insomma, che almeno in Europa non farà parlare molto di sé a livello di classifica: d'altra parte dietro queste tredici canzoni per oltre settanta minuti di musica si avverte fondamentalmente il desiderio di scriverle, cantarle e suonarle. Tutto qui, senza nient'altro da dimostrare, e in un mondo di showbiz dove tutti corrono dietro ai soldi fa piacere sentire ogni tanto il parere di un signore di mezza età come Don Henley, che sceglie di restare semplicemente se stesso, in barba alle nuove tendenze: "Ho un rispetto assoluto della musica, perchè mi ha salvato la vita - ha dichiarato il batterista degli Eagles prima di pubblicare Inside job - evitandomi pure il divano dello psicanalista".

Don Henley, Inside job [Warner Bros 2000]

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner