partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


L'uomo Calamita
Funambolismi del corpo e della lingua
Pinocchi : presentazione
Regia di Andrea Macaluso
compagnia Appiccicaticci
Improvvisazione teatrale
Cirk Fantastik
Undicesima edizione
PrimaQuinta Teatro
Di Aldo Rapè
Shi Yang Shi
Tong Men-g
Roma Fringe Festival
4 proposte in tour nell’estate 2013
Marlene D. The Legend
L’uomo che diventò Marlene Dietrich
Compagnia Scimone Sframeli
Bar si fa in 3
Muta Imago
Rabbia Rossa

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  23/06/2024 - 20:28

 

  home>live > off

Scanner - live
 


Rondelli e Cambi
Farsa
Uno spettacolo comico di Massimiliano Civica, Andrea Cambi, Bobo Rondelli, produzione: Armunia Festival Costa degli Etruschi
Il 4 dicembre 2006 al Teatro Studio di Scandicci per ZOOM festival, immagine del nuovo teatro in Toscana e in Italia - anno zero

 




                     di Tommaso Chimenti


Zoom Festival, seconda edizione, 2007
Zoom Festival, prima edizione, 2006
Cristina Abati – Mangiare la luna, 2006
Teatro Sotterraneo, UNO – Il corpo del condannato , 2006
Daniele Timpano – Dux in scatola, 2006
Antonio Tagliarini, Titolo provvisorio: senza titolo, 2005
Teatro dell’Esausto – La caduta, 2006
Cosmesi – Mi spengo in assenza di mezzi, 2006
Bobo Rondelli e Andrea Cambi – Farsa, 2006


L’attenuante generica è che i due sulla scena non sono attori. Complice invece l’organizzazione dello Zoom Festival dove Rondelli e Cambi sono come l’olio nell’acqua e stonano in un teatro come lo Studio da sempre dedito alla ricerca ed alla sperimentazione. In platea si scontravano proprio le due diverse sensibilità artistiche tra il pubblico che proveniva dai Sotterraneo, andati in scena in prima serata, e quello arrivato per acclamare il cantante livornese ed il cabarettista ex Vernice Fresca e Vida Loca. Il pubblico è ammaestrato e non ti fa paura ma il clima era più da sagra o fiera paesana senza niente togliere alle due sopraccitate location. “Farsa” era descritto come un assassinio non portato a termine. Un sardo ed un siciliano con tanto di coppola devono uccidere il Godot della situazione senza mai riuscirci. Ma mancano passaggi ed elementi per capire la storia, se mai ci fosse, intercalata da gag e situation comedy stravaganti e che fanno perno sulla classica comicità toscana: la prostituta che sventaglia le bellezze al vento (Rondelli con la parrucca che strappa risate sguaiate) l’imitazione di Marcello Mastroianni (qui è splendido il livornese) che vuole eliminare fisicamente Stefano Accorsi perché qualcuno ha osato paragonarlo a lui. Di tono minore il Rondelli Biscardi nello sketch del circo con “Fiato Man” e “Karia Kid”, da sagra, come è triste il Cambi con i mutandoni a paillettes a stelle e strisce ed inno americano in sottofondo. Delicato e dolce invece l’ultima parodia del parroco pio e devoto, Don Bachi, che si confessa ad un Cristo in croce ligneo che prende forma e vita: unico pezzo da salvare. Dovrebbero concedere meno alla risata facile: nel complesso deludente e pesante senza se e senza ma.

Voto 5 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner