partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Biennale College
Terza edizione
Crave
Di Sarah Kane
Era la nostra casa
Scritto e diretto da Nicola Zavagli
Teatro popolare d’arte
Tutto Scorre - una favola nera
Tre donne in cerca di guai
Regia di Nicasio Anzelmo
Call Me God
Finalmente l'edizione italiana
Piero della Francesca
Il punto e la luce
Raffaello Baldini
Cantiere poetico
Roma Fringe 2015
Il festival entra nel vivo
15/45 Uno studio sulle guerre
Tre atti teatrali sul desiderio della libertà

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  28/09/2020 - 20:58

 

  home>live > appuntamenti

Scanner - live
 


Teatro Metastasio di Prato
Stagione 2007 – 2008
Una stagione ricca
Al via il 30 ottobre 2007 con la produzione targata Met “Molly sweeney” per la regia di Andrea De Rosa

 




                     di Tommaso Chimenti


Teatro Metastasio, stagione 2007 / 2008
Teatro Metastasio, fuori abbonamento 2007 / 2008
Teatro Metastasio ragazzi, Stagione 2007 / 2008
Molly Sweeney, di Brian Friel, regia Andrea De Rosa, 2007
i Giganti della montagna, Compagnia Lombardi-Tiezzi, 2007
Farfalle, Compagnia TPO, 2007
Gomorra, Mercadante Teatro Stabile di Napoli, 2007
Pasticceri Io e mio fratello Roberto , 2006
Roberto Andò e Moni Ovaia, Le storie del sig.Keuner, di Bertolt Brecht
Luca Zingaretti, Legge La Sirena, di Giuseppe Tomasi di Lampedusa
Tre sorelle di Anton Cechov, Regia Massimo Castri
Giorgio Strehler, La storia della bambola abbandonata
Teatro del Carretto, Pinocchio, da Carlo Collodi
Campagnia Pippo Delbono, Questo buio feroce


"Il teatro deve tornare ad essere quello che era 3.000 anni fa – attacca Paola Giugni, assessore alla cultura della Provincia pratese – deve essere crescita globale della persona, deve essere catarsi, rinnovamento per il superamento di tutti i pregiudizi". Un augurio non da poco alla prima stagione vera e propria del direttore Federico Tiezzi. Una stagione ricca che partirà il 30 ottobre con la produzione targata Met “Molly sweeney” per la regia di Andrea De Rosa, altro astro nascente al quale, dopo Stefano Massini e Tommaso Santi dello scorso anno, lo Stabile della Toscana concede ampia fiducia. “Il Metastasio ha una grande storia ed importanza all’interno della nostra città – asserisce il sindaco Marco Romagnoli – e proprio dal teatro ci si aspetta un rilancio complessivo per una zona che in questi ultimi anni ha subito profonde trasformazioni, ha perso occupati ed aziende, proprio per questo ci affidiamo ancora più saldamente nelle mani della cultura”. Una grossa responsabilità sulle spalle dello Stabile. Ma la speranza è quella di ritornare ai livelli di eccellenza degli anni ’70, con le esperienze laboratoriali di Pamela Villoresi, o ancora di Luca Ronconi, sperimentazioni che andavano ben oltre i confini regionali. A Prato passavano Peter Brook e Carmelo Bene. La presidente Geraldina Cardillo, nel suo inconfondibile e simpatico accento, pone gli obiettivi della nuova stagione: “Dobbiamo mettere al centro di ogni nostra strategia il cittadino-spettatore e dobbiamo ridefinire il ruolo del Metastasio come teatro stabile della Toscana”. Idee chiare a lungo raggio e gittata. Così come i tre anni di programmazione affidata a Tiezzi: “Ho voluto intitolare l’intero cartellone “Per un teatro della Realtà”, tema caro a Pasolini ed ai suoi “Scritti corsari”. Questi tre anni di cartelloni del Met saranno caratterizzati dai temi del Politico, del Sogno e della Lingua”. Poi chiude con una stoccata all’assenza degli artisti nelle cerimonie ufficiali ed alle presentazioni: “Noto con dispiacere – e gli scappa un pugno sul tavolo – che gli artisti non sono mai presenti in queste occasioni, gli attori sono afoni, il teatro deve essere considerato non come un bancomat ma come un luogo per programmare e collaborare insieme”.

Voto 7 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner