partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Crave
Di Sarah Kane
Era la nostra casa
Scritto e diretto da Nicola Zavagli
Teatro popolare d’arte
Tutto Scorre - una favola nera
Tre donne in cerca di guai
Regia di Nicasio Anzelmo
Call Me God
Finalmente l'edizione italiana
Piero della Francesca
Il punto e la luce
Raffaello Baldini
Cantiere poetico
Roma Fringe 2015
Il festival entra nel vivo
15/45 Uno studio sulle guerre
Tre atti teatrali sul desiderio della libertà
Lab danza
Due appuntamenti

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  28/05/2017 - 16:38

 

  home>live > appuntamenti

Scanner - live
 


Teatro popolare d’arte
Tutto Scorre - una favola nera
testo di Massimo Sgorbani, regia di Gianfranco Pedullà e Massimo Sgorbani. Scene Claudio Pini, musiche Jonathan Faralli, costumi Rosanna Gentili, foto Alessandro Botticelli. Con Rosanna Gentili e Gilberto Colla
Sabato 30 gennaio, ore 21 a Kilowatt Tutto l'Anno, Sansepolcro

 




                     di Giovanni Ballerini


Prosegue a Sansepolcro Kilowatt Tutto l'Anno, il festival curato dalla Associazione Culturale CapoTrave che sabato 30 gennaio 2016 alle 21 propone uno degli spettacoli più intensi di Teatro Popolare d’Arte. La storica compagnia toscana, che da sempre riserva grande cura e forte attenzione alla formazione del pubblico e alla realizzazione di spettacoli per un teatro popolare di qualità, è in scena con Tutto Scorre - una favola nera, scritto da Massimo Sgorbani, tra i nomi di punta della nuova drammaturgia italiana, con la regia dello stesso Sgorbani e di Gianfranco Pedullà ( Ma, torniamo allo spettacolo, il cui titolo “tutto scorre”, allude all’acqua nei bagni degli autogrill, di cui la protagonista/narratrice è la guardiana. La favola nera si dipana in una sorta di rosario di cantilene, in cui si narrano storie che mischiano dolore, vendetta e, infine, morte. Con grande pathos. La guardiana dei bagni è una donna che fin da bambina ha avuto problemi di linguaggio. C’è chi la considera mezza muta e mezza scema, per fortuna lei reagisce e riesce a vincere la sua afasia attraverso la creazione di altri mondi in cui vivere, al sicuro, la sua esistenza.

É consigliata la prenotazione per gli spettacoli. Per il programma completo del festival visionare il sito www.kilowattfestival.it

Voto 7 + 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner