partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Niccolò Falchini
Le nubi volano basse
John Ajvide Lindqvist
Una piccola stella
Massimo Gramellini
Fai bei sogni
Joe R. Lansdale
Cielo di sabbia
Antonio Tabucchi
Tristano muore
Christopher Wilson
Il vangelo della scimmia
Simonetta Agnello Hornby
La monaca
Rosario Palazzolo
Concetto al buio
Michele Cecchini
dall’aprile a shantih
Fabrizio e Nicola Valsecchi
Giorni di neve, giorni di sole

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  21/07/2019 - 19:33

 

  home>libri > narrativa

Scanner - libri
 


Toscana delitti e misteri
Quindici racconti toscani tra giallo e noir
Un'antologia curata da Graziano Braschi
Firenze, Carlo Zella Editore, 2000; pp. 192

 




                     di Paolo Boschi


La Toscana, Firenze e dintorni, le tante e caratteristiche province di una delle regioni più ricche di storia, così naturalmente noir e con frequenti zone d'ombra, di non detto, e di misteri. Tanto che sorge spontaneo chiedersi perché non ispirarsi alla Toscana come ambientazione fissa nella sua varietà per tante storie rigorosamente gialle. L'idea per l'appunto l'ha avuta sul serio Graziano Braschi, esperto del genere, che per l'Editore Zella ha allestito Toscana delitti e misteri, un'intrigante antologia di quindici racconti gialli scritti da altrettanti scrittori, tutti toscani d'anagrafe o d'adozione. La squadra all'opera in questa raccolta è quanto mai varia: si va dai giornalisti (Luigi Carletti, Riccardo Cardellicchio, Mazio Spezi), ai medici (Giuseppe Noferi, Enrico Solito), per arrivare agli insegnanti (Linda Di Martino, Riccardo Parigi & Massimo Sozzi) ed agli esperti del settore (l'ex consulente mondadoriana Laura Grimaldi, l'editore Roberto Pirani); chiudono il gruppo la storica dell'arte Lucia Bruni, il tappezziere ed ex impiegato Alberto Eva, l'avvocato penalista Nino Filastò e gli scrittori tout court (Stefano Martinelli, Claudio Pellegrini, Giampaolo Simi). Proprio la varietà è il punto di forza delle storie di Toscana delitti e misteri: al fil rouge dell'ambientazione rigorosamente toscana si contrappone una netta diversificazione di contenuti, personaggi e situazioni. Inoltre nell'insieme si avverte una freschezza ed un diffuso entusiasmo per l'amato genere giallo, indipendentemente dal fatto che il racconto di volta in volta sia opera di habitués storici della scrittura di marca mysteriosa o di lettori per scelta di vita divenuti scrittori per diletto (nonostante nessuno dei quindici autori sia un esordiente assoluto). Dentro questa raccolta c'è un po' tutto l'immaginario socio-culturale della Toscana, con le relative storie, stranezze, tipologie e miti di riferimento. Si parte da Firenze, ovvero la città dell'arte per definizione, con un delitto intrecciato appunto intorno ad un quadro del Pontormo (vero o falso?) ed indagato da un'atipica detective in abiti da suora. Nel capoluogo non poteva inoltre mancare una storia legata al mostro di Firenze, personaggio ormai entrato nell'immaginario collettivo locale, come pure a livello sommerso in un inquietante quadro familiare visto da una prospettiva infantile, o ancora in un'intrigante prospettiva che cita con gusto Arsenico e vecchi merletti, o infine dal punto di vista di un cinefilo (di genere, chiaramente). Tra assassini palesi troviamo anche gli omicidi caduti in un personale dimenticatoio, magari occasionali testimoni di un delitto legato a doppio filo a pratiche sessuali estreme consumate in pieno centro storico. Il voyeurismo la fa da padrone anche in una storia ambientata nella Prato industriale, tutta intessuta intorno alle fantasie erotiche sadomaso vissute on line (ma che arrivano talvolta a realizzarsi in modo dirompente). Tra Case del popolo dei dintorni fiorentini, le buie notti a base di droga sulla piana tra Sesto Fiorentino e Campi, si arriva senza soluzione di continuità ad un Carnevale viareggino con serial killer, per poi valicare i confini del tempo in un sanguinoso mistero etrusco e quindi approdare al classico delitto perfetto che, come il genere richiede, fallisce per un banale errore. Un viaggio nel giallo in quindici tappe toscane, tutte con ottimi numeri narrativi in serbo.

AA.VV., Toscana delitti e misteri, a cura di G. Braschi, Firenze, Carlo Zella Editore, 2000; pp. 192

Voto 7 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner