partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Barcellona
Una città energizzante, elegante, culturalmente vivace
In viaggio con la cultura
Fiere, convegni, mostre e musica
La Puglia
Sempre più una regione da visitare
Percorso Artusiano
Lo special di Scanner sull'evento
Percorso Artusiano
Lo special di Scanner sull'evento
Percorso Artusiano
Lo special di Scanner sull'evento
Percorso Artusiano
Lo special di Scanner sull'evento
Fidarsi è bene
Il vino è per forza sincero e vero
Percorso Artusiano
Menu e blog
Percorso Artusiano
Lo special di Scanner, scanner.it

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  20/10/2017 - 21:57

 

  home>gusto > viaggi

Scanner - gusto
 


La Puglia
Sempre più una regione da visitare
Un tour fra appuntamenti culturali, sagre, festival e iniziative
Scandendo il tempo con una frisella, un piatto di sagne o una pizzica

 




                     di Barbara Vaglio


Bella e ricca di appuntamenti culturali, di sagre, festival e iniziative, la Puglia è sempre più una regione da visitare. Non solo d’estate. A riprova di questa tesi ecco una serie di appuntamenti che meritano di essere assolutamente sottolineati.
Partiamo dal Palio del Viccio, che in dialetto significa tacchino, si svolge Martedì Grasso a Palo del Colle, un borgo incastonato tra la Puglia e la Basilicata. E’ un’antica corsa tra cavalieri che rappresentano i quartieri del paese, per vincere il palio i cavalieri conficcano una lancia in una piccola borsa piena d’acqua, sospesa a diversi metri d’altezza. Va dimostrata l’abilità del cavaliere nel colpire in alto e, per questo, si è costretti a cavalcare quasi in piedi. Un tempo lo spettacolo era assai cruento, visto che al posto della borsa c’era un tacchino vero e proprio. Alla sera, col finire della gara, si tiene in piazza una sagra con menù a base di tacchino, oltre a carri allegorici e gruppi mascherati, come nelle migliori tradizioni carnevalesche.
L’8 di Marzo nella cittadina di Troia si tiene la festa di San Giovanni di Dio, il santo è omaggiato dalla popolazione con molto fervore: preghiere, santa messa, la processione con la statua del santo, strade e negozi affollati, città illuminata con luci multicolori, spettacolo pirotecnico.
Il più lungo ed antico di Puglia, il Carnevale di Putignano è un evento imperdibile. In Puglia, infatti, tutte le strade del Carnevale portano a Putignano, considerato tra i più suggestivi ed antichi carnevali d’Europa. Secondo leggenda, nel 1394, i Cavalieri di Rodi, feudatari di Putignano, trasferirono le reliquie di Santo Stefano, protomartire dell’Abbazia di Monopoli, nell’entroterra per metterle al riparo dagli attacchi dei saraceni. Venne scelta Putignano come sede più sicura.
Il Falò di San Mattia, a Deliceto viene onorato il santo e patrono che, nel 1600, debellò una terribile pestilenza. I falò vengono realizzati con cataste di legna mista nei vari quartieri del paese, gli abitanti si confrontano per realizzare il falò più spettacolare con sfoggio di costumi tradizionali, canti e danze fino a tarda notte e degustazione di prodotti tipici.
Appuntamento con il Bif&st, a marzo, La terza edizione del Bari International Film Festival diretto da Felice Laudadio, un omaggio al genio salentino Carmelo Bene. A partire dal 25 marzo 2012 saranno proiettati a Bari film, opere teatrali, trasposizioni televisive ed interventi tenuti da Bene in diverse occasioni. Il Bif&st ha altre sezioni portanti, 12 film provenienti da tutto il mondo ed ancora sezioni in concorso per il miglior film italiano presentato tra gennaio 2011 e febbraio 2012, opere prime, documentari, cortometraggi e le applaudite lezioni di cinema. Segue un’altra rassegna dedicata al cinema, quella europea di Lecce, con ospite protagonista Sergio Castellitto.
Per chi ama la musica c’è una un’offerta amplissima che abbraccia più stili, dalla lirica al rock, grazie all’inesauribile spinta di Puglia Sounds. Dalle opere del Petruzzelli, che ha inaugurato con la Carmen, fino al Festival estivo e sempre più apprezzato in Valle d’Itria.
A Settembre c’è poi la tradizionale apertura della Fiera del Levante con annessi eventi spettacolari e approfondimento economici.
Non si parla più solo di mare e Salento, di pizzica e folklore: i dati testimoniano una scelta dettata dall’immagine della Puglia, tra le hit parade nella classifica del gradimento internazionale. Complici anche i film ambientati in Puglia, in testa, Ozpetek con Mine vaganti, che ha garantito alla Puglia un giro nei Festival di mezzo mondo.
Ottimo è il lavoro svolto dalla Apulia Film Commission, arte, spettacolo, natura, tre ingredienti che, ben miscelati, hanno reso la Regione Puglia, la più amata da turisti italiani e stranieri.
Celebra la sedicesima edizione il Festival internazionale Castel del Monte (vincitore del Premio nazionale della Critica Teatrale 2010), una tappa imprescindibile nel circuito teatrale italiano.
Una rassegna che ha ottenuto il plauso della critica teatrale italiana per aver conciliato all’interno del programma, performance di artisti e compagnie internazionali rinomate.
All’inizio era una semplice scommessa dell’unione dei Comuni della Grecìa Salentina, poi, è diventato un evento, una manifestazione itinerante che ha per protagonista la pizzica.
Recupero della Tradizione, ritorno a movenze e musiche perdute, per poi diventare anche contaminazione e fusione di stili musicali diversi, dalla world music al rock, dal jazz alla sinfonica. Il via, nel 2012, alla 15esima edizione.
Il Salento è famoso anche per le sue sagre, che sono più di un centinaio. Una vera tradizione che attrae i tanti turisti. La più antica delle sagre, nata ufficialmente nel 1974, è quella di Carpignano Salentino, “La Festa te lu mieru”. Si festeggia ogni prima domenica di settembre e simboleggia l’inizio della stagione della vendemmia. La festa diventa un modo per riscoprire vecchie usanze, tra danze, concerti dal vivo e la pizzica che accompagna tutte le sagre salentine.
La rete Festival Daunia Felice ricade nel cuore dell’antica Daunia, compresa tra la piana del Tavoliere e le colline del Subappennino.
Un concentrato di storia, cultura, bellezze paesaggistiche e ambientali. Musica di qualità che varia dalla classica alla lirica, dal blues al folk. Daunia Felice è la rete di festival che raggruppa Musica nelle corti di Capitanata, Appennino Art’infest, Festival dei Monti Dauni, Zingaria 2012 e Terravecchia in Folk.
Se tutti questi appuntamenti vi hanno incuriosito, potete valutare costi e recensioni di Case vacanza Puglia o appartamenti Salento, che sono ricchi di notizie e opportunità per chi ha intenzione di partecipare agli eventi o fare un tour di sagra in sagra, scandendo il tempo con una frisella, un piatto di sagne o una pizzica.

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner