partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Orlando, my political biography
Regia di Paul B. Preciado
Full Time
Regia di Eric Gravel
A white white day
Un film di Hlynur Pàlmason
Minari
Di Lee Isaac Chung
Tutti pazzi per Yves
Regia di Benoît Forgeard
Lacci
Regia di Daniele Lucchetti
Roubaix, une lumière
Regia di Arnaud Desplechin
Parasite
Di Bong Joon-Ho
Il lago delle oche selvatiche
di Yi’nan Diao
Memories of Murder
Regia di Bob Joon-Ho

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  25/04/2024 - 13:16

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


Parla con lei
Regia di Pedro Almodóvar
Cast: Javier Cámara, Leonor Watling, Darío Grandinetti, Rosario Flores; drammatico; Spagna; 2001; C.
Quando gli uomini piangono...

 




                     di Paolo Boschi


La pelle che abito
Gli abbracci spezzati
Volver (tornare)
La mala educación
Parla con lei
Tutto su mia madre - Recensione
Todo sobre mi madre - Presentazione


Da Donne sull’orlo di una crisi di nervi, fino a Tutto su mia madre, passando per Légami!, Kika, Tacchi a spillo e Carne tremula (e la lista potrebbe continuare), Pedro Almodóvar ha sempre mostrato la sua predilezione verso le storie di donne, scandagliate da prospettive di volta in volta mutevoli, atipiche e sempre spiazzanti. Per il suo ultimo film, Parla con lei, il regista spagnolo ha invece scelto due protagonisti maschili, per quanto l’universo femminile anche stavolta costituisca il motore sommerso del plot. Come di consueto nella filmografia di Almodóvar, anche Parla con lei è un affresco filmico di varie storie che finiscono per sovrapporsi ed intrecciarsi, storie in cui passioni e sentimenti rivestono un ruolo centrale. Benigno, un giovane infermiere, e Marco, scrittore quarantenne, s’incontrano per la prima volta a teatro, allo spettacolo Café Muller di Pina Bausch: sono solo seduti l’uno a fianco dell’altro, per caso, ma per loro il destino ha in serbo una forte amicizia nata da tragedie similari. I due finiranno per incontrarsi di nuovo a “El Bosque”, la clinica in cui Benigno lavora occupandosi con amore di Alicia, una studentessa di danza in coma: Marco frequenta lo stesso reparto poiché vi è ricoverata Lydia, la torera di cui si è innamorato, rimasta gravemente ferita nel corso di una corrida ed anche lei in coma. La drammatica situazione in comune porterà i due protagonisti a diventare amici in modo naturale. Parla con lei è un film in cui Almodóvar limita più del solito le sue personalissime esplorazioni della sfera femminile per concentrarsi sugli uomini, sulla solitudine, sulla capacità di sopportare drammi in apparenza intollerabili, sull’incomunicabilità e sul valore terapeutico della parola, anche se diretta all’indirizzo di chi, in teoria, non sarebbe in grado di ascoltare. Il registro scelto dal regista spagnolo è anche questa volta melodrammatico e caratterizzato, al solito, dalla sua prospettiva crudamente fantastica che quasi autorizza, nonostante tutto, a giustificare le estreme conseguenze dell’amore maniacale di Benigno per la sua giovane, bella ed inerte paziente. Tra gli ospiti d’eccezione, oltre ovviamente a Pina Bausch, anche il cantante Caetano Veloso, che nel film interpreta una delicata versione di Cuccurucucu Paloma. Da segnalare anche il breve inserto muto in bianco e nero e di carattere esplicitamente erotico, un perfetto esempio di film nel film. Una storia che emoziona, a tratti commuove e conferma Almodóvar come uno degli autori più interessanti del panorama internazionale.

Parla con lei - Hable con ella, regia di Pedro Almodóvar, con Javier Cámara, Leonor Watling, Darío Grandinetti, Rosario Flores; drammatico; Spagna; 2001; C.; dur. 1h e 52'

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner